le notizie che fanno testo, dal 2010

La lista di Shindler nella memoria RAM della Rai, 16 agosto

'R.A.M. - Ricerche, Archivi, Memoria', puntata in onda martedì 16 agosto su Rai Storia.

"Harry Shindler è un veterano inglese di 91 anni - viene ricordato in una nota della Rai -, vive a Porto d'Ascoli, nelle Marche meridionali. Ha partecipato allo sbarco di Anzio, ed è rimasto in Italia. Da decenni sfrutta le sue conoscenze in Inghilterra, in quanto ex presidente dell'Italy Star Association, e in Italia, in quanto profondo conoscitore dei movimenti della Resistenza del centro Italia, per rintracciare militari alleati, partigiani o comuni cittadini che si sono distinti in interventi privati di cui i protagonisti italiani cercano da anni una testimonianza diretta."

"Come il caso del bombardiere B24 Liberator inabissatosi il 12 ottobre 1944 con il suo equipaggio australo-sudafricano, nelle acque del lago di Bolsena, davanti a Capodimonte. Tra gli scomparsi, probabilmente, il padre di Ann Millar Storm, Bob Millar, un militare scomparso durante una missione. E' la storia che 'R.A.M. - Ricerche, Archivi, Memoria' racconta nella puntata in onda martedì 16 agosto alle 22.30 su Rai Storia. Bob Millar volava da Foggia alla Liguria per portare armi e aiuti ai militari italiani. Una notte, il tempo era brutto, partirono venti aerei, e ne tornarono 14. Di 5 di questi aerei, si ritrovarono i pezzi, negli anni successivi. Ma del volo KH158, quello dov'era Bob Millar, non si è mai saputo nulla. Gli aerei partivano dall'Italia, e dopo cinque ore e una serie di ostacoli mortali per strada, arrivavano a Varsavia e sganciavano gli aiuti per l'esercito clandestino del generale Komorowski, la cosiddetta Arma Krajova. Poi tornavano in Italia, a Celone, una base aerea pugliese. In sei settimane gli alleati fecero 186 missioni, e persero 31 aerei. Solo di uno, il volo KH 158 di Bob Millar, non si sapeva ancora nulla" prosegue la tv di Stato.

"Dov'è finito quell'aereo? A 'R.A.M' anche il racconto della Storia d'Italia con le vignette satiriche della rivista il Marc'Aurelio; e le rubriche 'Testimoni' - si riporta in ultimo -, dedicata a Maddalena Cerasuolo, eroina della Resistenza e simbolo delle Quattro Giornate di Napoli; 'Protagonisti del XX secolo', con il grande scrittore George Simenon; 'La prima volta che…', con le le immagini del volo nello spazio di Yuri Gagarin; e 'Research', con la storia della Nave Asilo Caracciolo dove - dal 1913 al 1928 - furono accolti centinaia di bambini dei quartieri poveri di Napoli."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: