le notizie che fanno testo, dal 2010

Il settennato di Sandro Pertini, il Presidente più amato dagli italiani: 8 luglio Rai Storia

"I colpi di coda del terrorismo, lo scandalo della Loggia massonica P2, l'attentato alla stazione di Bologna, il terremoto in Irpinia. Momenti che hanno segnato il settennato di Sandro Pertini. Un personaggio al quale - nel giorno dell'anniversario della sua elezione - 'Il Tempo e la Storia' dedica la puntata in onda venerdì 8 luglio", spiega in un comunicato la tv pubblica di Stato.

"I colpi di coda del terrorismo, lo scandalo della Loggia massonica P2, l'attentato alla stazione di Bologna, il terremoto in Irpinia. Momenti che hanno segnato il settennato di Sandro Pertini, passato alla storia come il Presidente più amato dagli italiani. Un personaggio al quale - nel giorno dell'anniversario della sua elezione - 'Il Tempo e la Storia', il programma di Rai Cultura condotto da Massimo Bernardini, dedica la puntata in onda venerdì 8 luglio alle 13.10 su Rai3 e alle 20.50 su Rai Storia" rende noto la tv di Stato.
"Ospite della puntata il professor Giovanni De Luna - rivela quindi la Rai -, che inizia il suo racconto dal giorno dell'elezione di Pertini a Presidente della Repubblica - l'8 luglio 1978 - con l'ottantatré per cento dei voti, una percentuale mai raggiunta da nessun altro Capo dello Stato. Eppure il suo nome non era tra quelli dei candidati più 'forti'. Il suo primo discorso - ricorda De Luna - fu già un manifesto della sua presidenza: 'Svuotate gli arsenali e riempite i granai: quel discorso racchiude la sintesi del suo fascino. Era un linguaggio inusuale con il sapore immaginifico'. 'Il Tempo e La Storia' ricostruisce la vita di Pertini, soffermandosi, in particolare, sull'uomo, sulla sua capacità di emozionare e di parlare in modo diretto e poco convenzionale agli italiani: 'faceva sentire - dice De Luna - una prossimità quasi fisica tra le istituzioni e la gente'."
"E c'è poi il Pertini Presidente politico - partigiano socialista - si diffonde in ultimo -, membro della Costituente e già Presidente della Camera negli Anni '60 - passato alla storia anche per una decisione epocale, nel 1981 in pieno scandalo P2, di affidare l'incarico di Presidente del Consiglio a Giovanni Spadolini, il primo non democristiano a ricoprire questo incarico."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: