le notizie che fanno testo, dal 2010

Esplode lo Space Shuttle Challenger: a "Il Giorno e la Storia", 28 gennaio

"Il 28 gennaio di trent'anni fa, lo Space Shuttle 'Challenger' esplode dopo settantatré secondi dal decollo. Un avvenimento al quale 'Il Giorno e la Storia' dedica la puntata in onda giovedì 28 gennaio alle 00.10 e in replica alle 08.30, alle 11.30, alle 14.00 e alle 20.30 su Rai Storia", si apprende dalla tv di Stato.

"Il 28 gennaio di trent'anni fa, lo Space Shuttle Challenger esplode dopo settantatré secondi dal decollo, per la fuoriuscita di combustibile da un manicotto di gomma indurito dal gelo. Un avvenimento al quale 'Il Giorno e la Storia' dedica la puntata in onda giovedì 28 gennaio alle 00.10 e in replica alle 08.30, alle 11.30, alle 14.00 e alle 20.30 su Rai Storia" divulga in una nota la tv pubblica di Stato.
"Lo Shuttle è al suo decimo volo e - si informa in conclusione del comunicato -, nell'incidente, muoiono i sette membri dell'equipaggio. Tra gli astronauti, anche una maestra, che avrebbe dovuto tenere una lezione dallo Spazio. In sommario, inoltre, un ritratto dello scrittore Dino Buzzati nel giorno della sua scomparsa, il 28 gennaio 1972. Noto soprattutto per il suo 'Il deserto dei Tartari', Buzzati unisce l'attività narrativa a quella giornalistica. Affronta temi importanti come la paura della morte, il mistero e la magia, con un tono quasi fiabesco e raggiunge la popolarità, trasformando questi concetti in racconti brevi. Ospite della puntata, Lucio Caracciolo, direttore di Limes."

© riproduzione riservata | online: | update: 27/01/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Esplode lo Space Shuttle Challenger: a "Il Giorno e la Storia", 28 gennaio
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI