le notizie che fanno testo, dal 2010

Enrico VIII ed Elisabetta d'Inghilterra: su Rai Storia, prima serata 16 giugno

"Enrico VIII Tudor, re d'Inghilterra, e sua figlia Elisabetta I, nata dall'unione con Anna Bolena: sono loro i protagonisti del doppio appuntamento con 'a.C.d.C'., il programma di Rai Cultura, con il professor Alessandro Barbero, in onda giovedì 16 giugno su Rai Storia", fa sapere in una nota la tv pubblica di Stato.

"Enrico VIII Tudor, re d'Inghilterra, e sua figlia Elisabetta I, nata dall'unione con Anna Bolena: sono loro i protagonisti del doppio appuntamento con 'a.C.d.C'., il programma di Rai Cultura, con il professor Alessandro Barbero, in onda giovedì 16 giugno su Rai Storia" si illustra in un comunicato dalla tv di Stato.
"Alle 21.30, obiettivo su Elisabetta, artefice, nella seconda metà del Cinquecento, della trasformazione dell'Inghilterra in una grande potenza politica e commerciale. Donna coraggiosa e determinata regnò per quarantacinque anni e gettò le basi di un vasto impero coloniale. La vittoria della sua flotta sull'Invincibile Armata, nel 1588, consacrò il prestigio inglese e la sua posizione di guida dello schieramento protestante contro la Spagna, paese simbolo della Controriforma. Elisabetta mantenne, invece, ottimi rapporti col terribile nemico del mondo cristiano: il sultano ottomano. L'Inghilterra fu uno dei pochissimi Paesi a mantenere un ambasciatore a Costantinopoli. Alle 22.30, Barbero racconta, invece, la corte di Enrico VIII, uno dei sovrani inglesi più noti e raccontati. Secondo monarca della dinastia Tudor e fondatore della Chiesa Anglicana, sotto il suo regno l'Inghilterra passa dal Medioevo all'età moderna, mentre il Parlamento acquista una prima minima indipendenza" prosegue la Rai.
Si diffonde in ultimo: "In primo piano, gli aspetti economici e i cambiamenti che vengono introdotti durante il suo regno, come la confisca dei beni ecclesiastici e la loro vendita ai non aristocratici, con la conseguente creazione di una 'middle class' che precedentemente non godeva del diritto alla terra."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: