le notizie che fanno testo, dal 2010

Il re delle fogne è tra "Le sette meraviglie del mondo industriale": 26 luglio Rai Scuola

"Londra, metà dell'Ottocento: la città è cresciuta ma non è mai stato realizzato un impianto fognario. Una storia raccontata dall'episodio 'Il re delle fogne' della serie Bbc 'Le sette meraviglie del mondo industriale', martedì 26 luglio su Rai Scuola", rivela in un comunicato la Rai.

"Londra, metà dell'Ottocento: la città è cresciuta a dismisura ma non è mai stato realizzato un impianto fognario che permetta lo smaltimento dei liquami. - riferisce in un comunicato la Rai - L'odore terribile delle strade della città arriva finalmente ai nasi dei suoi governanti: è arrivato il momento di fare qualcosa."
"Una storia raccontata dall'episodio 'Il re delle fogne' della serie Bbc 'Le sette meraviglie del mondo industriale' che Rai Cultura propone martedì 26 luglio alle ore 21.35 su Rai Scuola - prosegue inoltre la tv pubblica -, per 'Memex Doc'."
"Le condizioni igieniche della città favoriscono l'esplosione di un'epidemia di colera e uno studioso - si riporta quindi -, John Snow, inizia a mettere in relazione la qualità dell'acqua e la diffusione della malattia."
Viene esposto in ultimo: "In questo clima di emergenza, un ingegnere visionario, Joseph Bazalgette, propone la costruzione di un immenso sistema fognario che risolva il problema una volta per tutte. Un progetto che richiede 318 milioni di mattoni, una sorta di autostrada di fognature lunga più di mille miglia. Un lavoro immenso ma necessario, reso possibile dalla determinazione del suo inventore."

© riproduzione riservata | online: | update: 25/07/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Il re delle fogne è tra "Le sette meraviglie del mondo industriale": 26 luglio Rai Scuola
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI