le notizie che fanno testo, dal 2010

Benitez: addio Inter. Moratti: Leonardo? Tanti nomi interessanti

Benitez lascia la panchina dell'Inter, il contratto è stato risolto con rescissione consensuale. "Adesso, si ricomincia daccapo" spiega Moratti che lascia un alone di mistero sul successore. Forse Leonardo ma il presidente assicura: "Quando sarà il momento ve lo diremo".

Benitez non è più l'allenatore dell'Inter. Il contratto è stato risolto con una rescissione consensuale. Nel comunicato ufficiale esposto sul sito della società nerazzurra, si legge come l'Inter lo ringrazi comunque per i traguardi raggiunti, tra i quali la vittoria del Mondiale per Club e della Supercoppa Italiana: "F.C. Internazionale e Rafael Benitez comunicano che, consensualmente e con reciproca soddisfazione, hanno raggiunto un accordo per la risoluzione anticipata del rapporto di lavoro. F.C. Internazionale ringrazia Rafael Benitez per il lavoro svolto alla guida della squadra che ha portato ai successi della Supercoppa italiana e del Mondiale per Club Fifa. Rafael Benitez ringrazia F.C. Internazionale per l'importante esperienza professionale e per le vittorie vissute insieme".
Il presidente dell'Inter Massimo Moratti, che non aveva preso bene le parole polemiche di Benitez subito dopo la vittoria del Mondiale per Club, si mostra dispiaciuto per il divorzio tra la società nerazzurra e il tecnico spagnolo, ma ammette che arrivati a questo punto non c'erano altre soluzioni: "Sono dispiaciuto per la fine del rapporto, ma ormai non si poteva più andare avanti - commenta il presidente - è stata un'esperienza e le esperienze sono sempre valide. Abbiamo vinto una Supercoppa italiana e il mondiale per club e questo mette in condizione di rimanere comunque soddisfatti. Adesso, si ricomincia daccapo". Sulle motivazioni per la scelta di non credere più a Benitez, Moratti è chiaro: "Al di là delle dichiarazioni di Benitez che hanno dato im parte un taglio definitivo alla cosa forse non ero molto soddisfatto di quanto era successo fino al campionato del mondo. Poi, ovvio, quelle frasi di per sè mi hanno messo nella condizione di non non avere più quel buon senso e quella pazienza per aspettare". Per quanto riguarda il successore si fa sempre più ampia la pista Leonardo, ex allenatore e giocatore del Milan, ma Moratti non esclude colpi di scena: "Per il futuro della panchina i nomi che girano sono tutti interessati. Quando sarà il momento ve lo diremo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: