le notizie che fanno testo, dal 2010

Nigeria, non solo Boko Haram: povertà e multinazionali

In nigeria si muore più di carestia che di terrorismo: a Radio3Mondo, martedì 13 dicembre.

"Non solo Boko Haram. La Nigeria di oggi da una parte è nel mirino delle multinazionali per lo sfruttamento delle sue straordinarie risorse, ma dall'altra ha una popolazione ostaggio della povertà, della fame e del terrorismo. La Nigeria è al collasso alimentare e le condizioni dei bambini sono allarmanti, complici anche le terribili condizioni igieniche. I tassi di mortalità sono saliti. Secondo i dati di Unicef, soltanto il 22 per cento dei bambini sono allattati correttamente entro un'ora dalla nascita e solo il 10,7 per cento dei bambini tre i 6 ed i 23 mesi ricevono una dieta appropriata" espone in una nota la Rai.

La tv pubblica sottolinea inoltre: "Si stima siano 2 milioni e 700 mila gli sfollati nell'area del Lago Ciad, che comprende Nigeria, Camerun, Niger e Ciad. Insomma, siamo di fronte a una crisi umanitaria dalle proporzioni tragiche, ma trascurata dalla comunità internazionale che sembra interessarsi unicamente al ruolo di Boko Haram."

Viene rivelato quindi: "Martedì 13 dicembre alle 11.00 Luigi Spinola ne parla a 'Radio3Mondo' in onda su Rai Radio3, con Marco Loiodice, già cooperante in Nigeria per COOPI onlus - Cooperazione Internazionale, e con Stefania Ragusa, giornalista esperta di arte e culture africane A Radio3Mondo gli ascoltatori hanno ancora più voce."

Si specifica in ultimo: "I loro commenti verranno letti in tempo reale durante la trasmissione da Anna Mazzone."

© riproduzione riservata | online: | update: 12/12/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Nigeria, non solo Boko Haram: povertà e multinazionali
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI