le notizie che fanno testo, dal 2010

La Turchia dopo il golpe si fa beffe dello Stato di diritto: a Radio Anch'io, 21 luglio

"La Turchia e le conseguenze del recentissimo golpe al centro della puntata di giovedì 21 luglio di 'Radio anch'io' in onda su Rai Radio1 alle 8.30", segnala in un comunicato la tv pubblica di Stato.

"La Turchia e le conseguenze del recentissimo golpe al centro della puntata di giovedì 21 luglio di 'Radio Anch'io' in onda su Rai Radio1 alle 8.30. Un racconto tuttora ancora in divenire: dalla penisola anatolica ogni giorno arrivano novità inquietanti. Prima sono finiti nel mirino accademici - viene rivelato in una nota della tv di Stato -, insegnanti, giornalisti, e decine di migliaia di persone sono state rimosse dagli incarichi; poi, a piazza Taksim, è apparso lo striscione 'Gulen - il predicatore che vive negli Stati Uniti e che Erdogan accusa di essere la mente del golpe - ti impiccheremo'."
"Erdogan ha annunciato nuove azioni per ristabilire l'ordine. In Occidente intanto la preoccupazione cresce, e alza la voce anche Berlino: la Turchia si fa beffe dello Stato di diritto. Cosa può, cosa vuole fare l'Unione europea? Con il conduttore Giorgio Zanchini ne discutono Aydin Aznan Sezgin, ambasciatore turco in Italia, i giornalisti turchi Erol Onderoglu e Yasmin Taskin, Gianni Pittella, europarlamentare Pd e Presidente del gruppo dei socialisti europei, Azzurra Meringolo, Ricercatrice dell'Area Mediterraneo e Medio Oriente dell'Istituto Affari Internazionali, Alessandro Barbero, storico e autore de 'Il divano di Istanbul'" conclude la Rai.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: