le notizie che fanno testo, dal 2010

Le Radio Rai crescono negli ascolti. Dall'Orto: dimostra vitalità settore

"Radio1, più 6 per cento; Radio2 e Radio3, più 6,9 per cento. In media un aumento complessivo del 6,5 per cento. Sono questi i più che lusinghieri dati delle tre reti radiofoniche della Rai resi noti oggi da Eurisko Radio Monitor nell'indagine 2015 a confronto con l'anno precedente", si apprende in un comunicato dalla tv di Stato.

"Radio1, più 6 per cento; Radio2 e Radio3, più 6,9 per cento. In media un aumento complessivo del 6,5 per cento. Sono questi i più che lusinghieri dati delle tre reti radiofoniche della Rai resi noti oggi da Eurisko Radio Monitor nell'indagine 2015 a confronto con l'anno precedente" dà notizia la tv di Stato.
Viene puntualizzato poi: "Aumenta nel suo complesso il bacino di ascolto, che supera i 35 milioni (+2,1 per cento rispetto al 2014) a testimoniare come la radio, più di altri media, abbia saputo farsi interprete della rivoluzione digitale in atto e possa rappresentare un asset strategico anche per la trasformazione della Rai da broadcaster a media company."
"La complementarità dell'offerta tra le tre reti (informazione per Radio1, intrattenimento per Radio2 e Cultura per Radio3) è stata premiata dal pubblico con una crescita percentuale tra le più alte del mercato. Nel giorno medio Radio1 supera i 4milioni e 200 mila ascoltatori (più 238mila rispetto al 2014), un risultato fortemente connotato sulla svolta informativa della rete: 35 Gr ogni giorno, 4 rassegne stampa, inchieste, approfondimenti, reportage, 24 ore sempre in diretta, anche e soprattutto per quanto riguarda il fronte dello sport" si prosegue.
Si evidenzia ancora: "Cresce del 6,9 per cento Radio2 con quasi 200mila ascoltatori in più rispetto al 2014: nel giorno medio supera quota tre milioni con nuovi personaggi e formati originali che declinati anche sul web e sui social network hanno trasformato la rete con ritmi e linguaggi nuovi e rafforzato i tradizionali punti di forza della rete."
"Ottimo anche il risultato di Radio3 - si fa sapere infine nel comunicato -, seguita nel giorno medio da un milione e 411mila ascoltatori. Si affaccia per la prima volta anche Isoradio nell'indagine Eurisko 2015. Per il Canale di Pubblica utilità 729mila ascoltatori".
"Sono molto soddisfatto della vitalità dimostrata dalle reti radiofoniche Rai che si aggiunge alla dinamicità delle nuove piattaforme con cui l'ascolto della radio si estende in nuovi contesti sui dispositivi di ultima generazione allargandone la platea e le occasioni di ascolto" sostiene il Direttore generale Antonio Campo Dall'Orto. "Nell'insieme di servizi editoriali di cui è composta la Rai - continua il Dg - la radio è una parte assolutamente strategica che dimostra di rappresentare al meglio la missione di servizio pubblico che l'azienda è chiamata quotidianamente a sostenere".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: