le notizie che fanno testo, dal 2010

Lega Nord, Pini: con ddl Delrio Province governo Renzi emula fascisti

Gianluca Pini della Lega Nord afferma che il ddl Delrio sulle Province "voluta da Matteo Renzi è identico a ciò che fece Mussolini annullando i consigli provinciali democraticamente eletti dal popolo, dando tutti i poteri ai prefetti".

"Il disegno di legge di riforma delle Province voluta da Matteo Renzi e primo atto del suo governo è identico a ciò che fece Mussolini annullando i consigli provinciali democraticamente eletti dal popolo, dando tutti i poteri ai prefetti" denuncia il vice presidente dei deputati leghisti Gianluca Pini. La Lega Nord ha infatti votato contro il Ddl Delrio su Città metropolitane, Province e Unioni dei Comuni, approvato oggi in via definitiva alla Camera. Già a febbraio Lucio Malan di Forza Italia sottolineava infatti che "le 9 città metropolitane, cui sarebbero affidate le mansioni delle attuali Province ed altre ancora oggi dei Comuni, sarebbero guidate da un 'sindaco metropolitano' eletto dai soli cittadini del capoluogo. - evidenziando - Sarebbe come stabilire che il capo del governo è, di diritto, il presidente della regione più popolosa. Una mostruosità palesemente incostituzionale che però soddisfa la retorica del sindaco-vicino-alla-gente ampiamente sfruttata da Renzi". Il leghista Gianluca Pini spiega quindi che la Lega Nord aveva "impegnato, con un ordine del giorno, il governo a non proseguire nell'emulazione della linea programmatica e politica messa in atto nel ventennio fascista ma l'esecutivo con nostro grande stupore ha espresso parere contrario. - e domanda - Quando avremo 'l'onore' di vedere il bel presidente del consiglio affacciato al balcone di Piazza Venezia indossando il fez?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: