le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezione del Presidente della Repubblica 2013: prima seduta 18 aprile

Annunciata la data della prima seduta per l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, fissata giovedì 18 aprile 2013. Mentre Bersani tratta con Berlusconi, il MoVimento 5 Stelle vota il proprio candidato online.

Mentre la formazione di un governo va a rilento, si avvicina la data per l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica. La prima seduta è stata fissata per giovedì 18 aprile 2013, come riporta la Camera dei Deputati, specificando che Laura Boldrini provvederà lunedì 15 a diramare la convocazione del Parlamento in seduta comune, prevista dal secondo comma dell'articolo 85 della Costituzione per elezione del nuovo Presidente della Repubblica. "La seduta del Parlamento, integrato dai delegati regionali, potrà avere luogo già a partire da giovedì 18 aprile, confidando che gli adempimenti relativi alla designazione da parte delle Regioni dei propri delegati si svolgano con la massima tempestività" si legge infatti in una nota della Camera, precisando: "Per quanto concerne il Friuli-Venezia Giulia, il cui Consiglio regionale è in corso di rinnovo, va ricordato che, come avvenuto in altre analoghe occasioni, il Consiglio uscente ha già provveduto alle designazioni". Nel frattempo, arrivano le prime indiscrezioni sul fatto che Pier Luigi Bersani è pronto a "trattare" con Silvio Berlusconi in merito al nome del nuovo Presidente della Repubblica, con il leader del PD che assicura: "Noi siamo ligi alla Costituzione che ci chiama a lavorare onestamente, ossia durante le prime tre votazioni, per una soluzione di larga o larghissima convergenza parlamentare e fino a prova contraria lavoriamo così". L'11 aprile 2013, invece, parte il primo dei due step per la scelta del candidato alla Presidenza della Repubblica da parte del MoVimento 5 Stelle, quando dalle ore 10:00 alle 21:00 gli iscritti potranno proporre un proprio nome. Due giorni prima della votazione in Aula, quindi a questo punto il 16 aprile, sul sito beppegrillo.it, gli iscritti al MoVimento 5 Stelle potranno invece votare tra una rosa di 10 nomi (quelli più proposti durante la prima fase), decretando il candidato che gli eletti pentastellati voteranno in Parlamento.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: