le notizie che fanno testo, dal 2010

Nobel per la Pace, Amnesty: Malala e Kailash Satyarthi difensori dei diritti umani

Amnesty International sottolinea che il Nobel per la Pace 2014 assegnato a Malala Yousafzai e all'attivista indiano Kailash Satyarthi è "un premio per i difensori dei diritti umani che sono disposti a dedicarsi interamente alla promozione dell'educazione e dei diritti dei bambini più vulnerabili del mondo".

Dopo la notizia che Malala Yousafzai e l'attivista indiano per i diritti dei minori Kailash Satyarthi sono stati insigniti del Premio Nobel per la Pace 2014, Amnesty International ricorda che già lo scorso anno l'ong aveva conferito alla giovane studentessa e attivista pakistana il premio Ambasciatore della coscienza. "Il lavoro di Kailash Satyarthi e Malala Yousafzai rappresenta la lotta di milioni di bambini in tutto il mondo" commenta quindi Salil Shetty, segretario generale di Amnesty International, aggiungendo: "Questo è un premio per i difensori dei diritti umani che sono disposti a dedicarsi interamente alla promozione dell'educazione e dei diritti dei bambini più vulnerabili del mondo". L'esponente di Amnesty evidenzia quindi che con il Nobel a Malala e Kailash Satyarthi il Comitato norvegese "ha riconosciuto l'importanza fondamentale dei diritti dell'infanzia per il futuro del nostro mondo" poiché "la scelta dei premiati dimostra che questo è un problema che conta per tutti noi, non importa quale sia la nostra età, il nostro genere, il nostro paese o la nostra religione". Salil Shetty si sofferma poi sulla figura di Malala che "offre un potente esempio che ha ispirato persone di tutto il mondo e che è stato meritatamente riconosciuto dal Comitato per il Nobel. - aggiungendo - Il coraggio che ha mostrato di fronte a tale avversità è una vera ispirazione. Le sue azioni sono un simbolo di ciò che significa difendere i diritti, con la semplice richiesta di soddisfare il diritto umano fondamentale all'istruzione". Kailash Satyarthi, ricorda sempre segretario generale di Amnesty International, ha invece "dedicato la sua vita ad aiutare i milioni di bambini che in India sono ridotti in schiavitù e costretti al lavoro in condizioni torride. - concludendo - Il suo premio è un riconoscimento alla instancabile campagna condotta da decenni dagli attivisti della società civile contro la tratta dei bambini e il lavoro minorile in India".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: