le notizie che fanno testo, dal 2010

Nobel letteratura a sorpresa per Mario Vargas Llosa

L'Accademia Svedese ha assegnato il Premio Nobel 2010 per la letteratura di 10 milioni di corone (1,5 milioni di dollari) allo scrittore peruviano 74enne Mario Vargas Llosa noto anche per il suo impegno civile e politico.

L'Accademia Svedese ha assegnato il Premio Nobel 2010 per la letteratura di 10 milioni di corone (1,5 milioni di dollari) allo scrittore peruviano 74enne Mario Vargas Llosa noto anche per il suo impegno civile e politico. Il riconoscimento gli è stato attribuito "per la sua cartografia delle strutture di potere e le sue immagini penetranti della resistenza, della rivolta e della disfatta del singolo".
Vargas Llosa non si aspettava di vincere, dal momento che anche per gli addetti ai lavori i più accreditati al premio erano lo statunitense Cormac McCarthy e il keniota Ngugi.
E'autore di grandi capolavori come "La città e i cani", "La zia Julia e lo scribacchino" e "Il caporale Lituma sulle Ande". Il suo prossimo libro "Il sogno del Celta", pubblicato dall'editrice Einaudi sarà nelle librerie italiane a partire da novembre.
Mario Vargas Llosa è il secondo scrittore sudamericano a vincere il Nobel per la letteratura, prima di lui nel 1982 solo l'autore di "Cent'anni di solitudine" Gabriel Garcia Marquez, tra l'altro uniti da un'amicizia fino a quando non discussero sulla politica di Fidel Castro.
Mario Vargas Llosa in questi anni fu anche criticato per il suo pensiero a favore della guerra in Afghanistan e Irap e invece critico verso i leader della sinistra sudamericana come Hugo Chavez o Morales.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: