le notizie che fanno testo, dal 2010

Solfatara Pozzuoli: famiglia cade nel cratere, salvo solo figlio di 7 anni

Tre persone, padre, madre e figlio di 11 anni, sono caduti nel cratere della Solfatara di Pozzuoli, a pochi passi da Napoli. Salvo solo l'altro figlio, un bimbo di 7 anni.

Tragedia sul cratere della Solfatara di Pozzuoli, a pochi passi da Napoli. Una intera famiglia di Torino composta dal padre 45enne, la madre 42enne e il figlio di 11 anni sono morti cadendo nel cratere. Salvo invece un altro bambino di appena 7 anni.
Ancora da accertare con precisione le cause dell'incidente, ma sembra che il figlio della coppia abbia oltrepassato una zona interdetta, quella della cosiddetta "Fangaia" in quanto il terreno è molto friabile e ci sono forti esalazioni di gas. Nel tentativo di raggiungere il bambino, i genitori sarebbero caduti con lui nel cratere che si è aperto sotto i loro piedi, vicino alla caldaia. Non è chiaro se i tre siano morti nella caduta o per le esalazioni del gas.
Incolume invece l'altro figlio di 7 anni, che è corso via disperato dal luogo dell'incidente in cerca di aiuto. La prima persona che il bimbo in lacrime ha incontrato è Diego Vitagliano, pizzaiolo di Pozzuoli, che la prossima settimana avrebbe dovuto cucinare una pizza geotermica nell'ambito della manifestazione di Malazè ed era salito alla Solfatara per un sopralluogo. "Abbiamo capito che era successo qualcosa e ci siamo avvicinati al cratere - racconta -. Non immaginavo...cosa avrei visto. Continuo pensare a quella famiglia e a quel povero bambino che piangeva e chiedeva aiuto".

© riproduzione riservata | online: | update: 12/09/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Solfatara Pozzuoli: famiglia cade nel cratere, salvo solo figlio di 7 anni
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI