le notizie che fanno testo, dal 2010

Aumenti Poste legato ad Alitalia? Codacons: ricorso al Tar del Lazio

Il Codacons annuncia un ricorso al Tar del Lazio contro il lia libera dato dall'Agcom sugli aumenti a lettere e raccomandate, spiegando: "Con questo provvedimento si rischia di far pagare agli utenti l'ingresso di Poste Italiane in Alitalia".

"I nuovi aumenti che scatteranno il prossimo anno eleggeranno i cittadini italiani a 'più tartassati d`Europa'. Tra il 2012 e il 2013 le tariffe locali e nazionali hanno già registrato incrementi più alti della media UE, con i trasporti, cresciuti del 5,3%, l`acqua potabile +6,7% e i rifiuti +4,7%. Ma sono cresciuti anche i prezzi dei taxi (+5,2%), la telefonia (+9,9%), i pedaggi autostradali (+4,1%), e le tariffe postali (+10,1%)" denuncia il Codacons, commentando gli aumenti che scatteranno dal 1 gennaio 2014 sui servizi postali, i trasporti locali, i rifiuti e persino caffè, snack e bibite dei distributori automatici. Il Codacons avverte inoltre come gli italiani, oltretutto, continuano a pagare "per l'energia più che nel resto d'Europa" poiché "solo nel 2012 le famiglie italiane hanno visto crescere la loro bolletta elettrica dell'11,2% contro una media europea del 6,6%, mentre per il gas l'incremento è stato del 10,6%, contro una il 10,3% del resto d'Europa". Per quanto riguarda l'aumento delle tariffe su lettere e raccomandate postali, l'associazione presieduta da Carlo Rienzi annuncia un ricorso al Tar del Lazio contro il via libera dell'Agcom perché "con questo provvedimento si rischia di far pagare agli utenti l'ingresso di Poste Italiane in Alitalia, e quindi il salvataggio della compagnia aerea, esattamente come temevamo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: