le notizie che fanno testo, dal 2010

Il big match tra Portogallo-Costa D'Avorio finisce 0-0

A Port Elizabeth era di scena il big match tra il Portogallo di Cristiano Ronaldo e la Costa D'Avorio di Didier Drogba, ma finisce con un nulla di fatto.

Termina con un nulla di fatto uno dei match più attesi di questo primo turno del Mondiale sudafricano. A Port Elizabeth era di scena il big match tra il Portogallo di Cristiano Ronaldo e la Costa D'Avorio di Didier Drogba, inserite nel girone G con Brasile e Corea del Nord. Lo 0-0 finale ha lasciato intravedere le potenzialità delle due formazioni, con i lusitani storicamente tecnici e veloci e gli "elefanti d'Africa" fisicamente e atleticamente impressionanti. Inizialmente Sven Goran Eriksonn tiene Drogba in panchina, ma la notizia è che sembra essere a disposizione, dimostrando di aver recuperato miracolosamente dopo l'operazione per ridurre la frattura al braccio destro. Cristiano Ronaldo invece è in campo, e con la fascia di capitano spinge la squadra di mister Queiroz.
Proprio dal piede del fenomeno di Madeira nasce l'occasione più ghiotta del match, con una sventola da trenta metri che si stampa sul palo. Sembra il preludio ad una gara ricca di emozioni e occasioni, ma rimarrà l'unica occasione degna di questo nome. La classe portoghese si schianta molto spesso contro i potenti ivoriani. La Costa d'Avorio, dal canto suo, si dimostra una squadra molto tecnica e ben schierata in campo, non riuscendo però a incidere in fase offensiva. Nella ripresa parte meglio la Costa d'Avorio, sospinta dalle folate del velocissimo Gervinho, il più attivo tra i suoi. Purtroppo per lui gli attaccanti non sembrano in giornata e l'ex tecnico della Lazio Eriksonn deve ricorrere al suo campione, con l'intento di dare una scossa almeno dal punto di vista psicologico. Drogba gioca l'ultimo quarto d'ora, combattendo come suo solito, segnale positivo dell'avvenuto recupero, ma la partita rimane inchiodata sullo 0 a 0. Il Brasile è avvisato, Portogallo e Costa d'Avorio venderanno cara la pelle, in un girone che si preannuncia uno tra i più equilibrati e difficili.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: