le notizie che fanno testo, dal 2010

Valerio Negrini dei Pooh: il saluto di Francesco Facchinetti e Daniele Battaglia

Muore all'età di 66 anni, per un infarto, Valerio Negrini dei Pooh, fondatore e paroliere della maggior parte dei brani della storica band. Il saluto dei due "figli dei Pooh" più famosi, Daniele Battaglia e Francesco Facchinetti.

"Basta trovare il coraggio...la parte migliore del Viaggio è Domani. Ciao Valerio". E' questa frase, tratta dal brano "Domani", che appare, su sfondo nero, nel blog di Valerio Negrini, fondatore nonché autore dei testi della maggior parte delle canzoni dei Pooh, morto all'età di 66 anni. Valerio Negrini è morto per un infarto nella notte del 3 gennaio, mentre si trovava nell'ospedale Santa Chiara di Trento. Valerio Negrini è stato soprannominato "il quinto" Pooh poiché nel 1971 lasciò la batteria a Stefano D'Orazio, dedicandosi da allora alla composizione dei testi del gruppo, anche se spesso è voce solista in alcuni brani. "Un infarto improvviso ha spento una delle più sensibili anime della musica italiana" si legge nel sito dei Pooh, che lasciano solo un breve messaggio di ricordo: "E' troppo difficile, in un momento come questo, riuscire a racchiudere in poche parole il nostro dolore... possiamo soltanto dire che la nostra strada è stata sempre illuminata dalla sua poesia... E stanotte c'è una gran nebbia a coprire i nostri cuori... Nei tanti messaggi di cordoglio che stiamo ricevendo in queste ore ricorre spesso la frase 'non ci sono parole'... è vero: 'non ci sono PIÙ parole'!".

Per ricordare il talento musicale di Valerio Negrini, Rai Due ha trasmesso infatti, in prima serata, lo speciale Emozioni dedicato alla storia dei Pooh. Come viene riassunto in una nota stampa sul sito dei Pooh, il programma Emozioni ha ripercorso "le tappe artistiche della band, in un montaggio integrale di due ore, partendo da quel lontano 1964 quando Valerio Negrini fondò il primo nucleo della band allora ancora nota come i Jaguars, per poi diventare nel 1966 ufficialmente i Pooh che da oltre quarant'anni continuano a far cantare diverse generazioni. Autore dei alcune delle più celebri canzoni della band come 'Piccola Katy', 'Uomini Soli', 'Tanta voglia di lei', e 'Dammi solo un minuto' la scomparsa di Valerio Negrini, rappresenta per tutta la musica italiana, la perdita di un poeta e attraverso i suoi racconti si rivivranno gli anni d'oro del gruppo".

E mentre Daniele Battaglia, il figlio di Dodi Battaglia, scrive solamente su Twitter "A volte dietro un'apparente indifferenza si cela un grande dolore", l'altro "figlio dei Pooh", Francesco Facchinetti trasmette le proprie emozioni per la morte improvvisa di Valerio Negrini su Facebook. Il figlio del tasterista dei Pooh Roby Facchinetti scrive infatti: "Ciao Valerio, mi ha chiamato mio padre e mi ha detto tutto, piangeva al telefono. E' prima volta che lo sento piangere in 32 anni ma questa cosa mi ha fatto capire tutto: cosa vuol dire vivere in simbiosi, cosa vuol dire volersi bene al di la di tutto e tutti, cosa vuol dire realizzare un sogno insieme e cambiare il mondo, cosa vuol dire essere amici, VERI AMICI. Gli mancherai tantissimo, ci mancherai tantissimo...Oggi mi sono passate davanti tutte le giornate in cui insieme ridevamo di quella forma strana che aveva il Mac di una volta, sembrava un cubo. E di come mio padre si arrabbiasse perché andavo in giro con la cresta colorata e con la sigaretta in bocca, eri l'unico che mi capiva. Per chiudere perché so che i lunghi discorsi ti annoiano ti rubo un tuo testo, una piccola parte, è il mio pezzo preferito ... Parla ancora con me / l'antenna è un'ombra bruna / contro la luna e sopra la città. / L'alba dietro le case si scalda / e questo momento / in diretta nel vento / lo voglio dedicare a te. / A presto Valerio....".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: