le notizie che fanno testo, dal 2010

Spray peperoncino Polizia e Carabinieri: da 10 febbraio a Milano, Roma, Napoli

Da lunedì 10 febbraio lo spray al peperoncino sarà la nuova arma, solo per autodifesa, di Polizia e Carabinieri. Parte infatti la sperimentazione di sei mesi dell'utilizzo di dispositivi spray al peperoncino al personale di polizia e carabinieri, ma solo di Milano, Roma e Napoli. Lo spray al peperoncinio, legale e già da tempo in libera vendita e porto, è uno strumento di dissuasione che nebulizza principi attivi naturali a base di oleoresin capsicum.

Al via da lunedì 10 febbraio per Polizia di Stato e Carabinieri quelli che vengono chiamati "strumenti di dissuasione e autodifesa". Per fortuna, non si sta parlando del taser elettrico molto amato negli Stati Uniti, e che in Italia non è ancora approdato e in tanti sperano che non venga mai adottato dalle forze dell'ordine. Dal 10 febbraio, però, polizia e carabinieri avranno come ulteriore arma contro i malviventi lo spray al peperoncino. Partono infatti da lunedì i sei mesi di sperimentazione dell'utilizzo di dispositivi spray al personale delle Forze di Polizia impegnate in attività di controllo del territorio, ma solo a Milano, Roma e Napoli. Il Reparto volanti e del Compartimento di Polizia ferroviaria di Milano e i nuclei radiomobili dei Carabinieri di Roma e Napoli potranno quindi fare uso, fino al 10 agosto 2014, degli strumenti di dissuasione che nebulizzano principi attivi naturali a base di oleoresin capsicum, meglio conosciuto come spray urticante al peperoncino. Lo spray al peperoncinio, legale e già da tempo in libera vendita e porto, contiene un modesto contenuto di principio attivo, poiché il capsicum disciolto non è superiore al 10%, e non ha impatti duraturi sulla salute della persona colpita, assicura in una nota il Ministero dell'Interno. Per un corretto utilizzo degli strumenti di dissuasione, il dipartimento della Pubblica Sicurezza ha comunque emanato un disciplinare per il loro maneggio, impiego, custodia e stoccaggio. Il documento delinea le linee operative, i presupposti per l'utilizzo, le norme di sicurezza, le precauzioni e i luoghi di impiego, oltre alle misure di decontaminazione. Lo spray al peperoncino che verrà utilizzato dalla polizia e dai carabinieri sarà quindi solo come strumento di autodifesa, e non potrà essere usato in via preventiva o intimidatoria, poiché le forze dell'ordine potranno ricorrervi solamente a fronte di un'azione minacciosa o violenta per evitare conseguenze ulteriori, e solo dopo il fallimento della fase di mediazione e negoziazione e sempre nel rispetto della proporzione tra offesa e difesa.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: