le notizie che fanno testo, dal 2010

Polizia si toglie il casco in manifestazione Torino: come in Thailandia?

Stanno facendo il giro del mondo le immagini dei poliziotti che, durante le manifestazioni di ieri a Torino, si sono tolti il casco. Ognuno sembra voler dare una lettura diversa di questo episodio, a differenza di quanto successo in Thailandia, dove la polizia locale la scorsa settimana si è tolta i caschi. In Thailandia, però, nessuno ha avuto il dubbio che quel gesto fosse in segno di solidarietà con i manifestanti.

Stanno facendo il giro del mondo le immagini dei poliziotti che, durante le manifestazioni di ieri a Torino, si sono tolti il casco. Come riporta La Stampa, la Questura di Torino avrebbe chiarito che quel gesto dei poliziotti non stava a significare "solidarietà" verso i manifestanti, chiarendo che "gli agenti hanno tolto i caschi solo quando la manifestazione era finita". In una nota, il senatore Stefano Esposito del PD chiarisce invece: "Esponenti del MoVimento 5 Stelle e alcuni organi di informazione stanno cercando di accreditare il fatto che le forze dell'ordine, impegnate a Torino nel controllo delle manifestazioni di protesta, starebbero solidarizzando con i manifestanti togliendosi i caschi. - aggiungendo - Conosco da anni la serietà, la professionalità e il senso della legalità di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza e di chi li comanda, e sono certo che il gesto di presidiare, togliendosi il casco, sia frutto di una precisa azione finalizzata ad abbassare la tensione. Lo dimostra anche il fatto che, mentre davanti al Comune le forze dell'ordine controllano la situazione schierati senza caschi e con manganelli riposti, davanti al Palazzo della Regione sono in corso cariche nei confronti di manifestanti non certo pacifici. Qualunque altra interpretazione costituirebbe un'offesa a questi servitori dello Stato, molti dei quali conosco personalmente. Va, quindi, rispedito al mittente il tentativo di dare legittimità alle proteste che stanno creando gravi disagi alla città".

Beppe Grillo, leader del MoVImento 5 Stelle, sul suo blog oggi scrive infatti una lettera aperta ai responsabili delle forze dell'ordine dove sottolinea: "La protesta di ieri può essere l'inizio di un incendio o l'annuncio di future rivolte forse incontrollabili. Alcuni agenti di Polizia e della Guardia di Finanza a Torino si sono tolti il casco, si sono fatti riconoscere, hanno guardato negli occhi i loro fratelli. E' stato un grande gesto e spero che per loro non vi siano conseguenze disciplinari. Vi chiedo di non proteggere più questa classe politica che ha portato l'Italia allo sfacelo, di non scortarli con le loro macchine blu o al supermercato, di non schierarsi davanti ai palazzi del potere infangati dalla corruzione e dal malaffare. Le forze dell'Ordine non meritano un ruolo così degradante. Gli italiani sono dalla vostra parte, unitevi a loro. Nelle prossime manifestazioni ordinate ai vostri ragazzi di togliersi il casco e di fraternizzare con i cittadini. Sarà un segnale rivoluzionario, pacifico, estremo e l'Italia cambierà".

Dopo l'appello di Beppe Grillo, il segretario del Siulp Felice Romano precisa, intervenendo a Radio 24, che quello dei poliziotti di togliersi il casco è stato un gesto "simbolico, non di adesione" ammettendo però che è stato un modo per dire che le forze dell'ordine condividono e vivono "la stessa drammaticità che vivono i cittadini italiani in questo momento". Romano però chiarisce: "Quando noi difendiamo le istituzioni difendiamo il popolo. Noi siamo qui a fare questo e lo faremo sempre, anche se diremo la nostra sulle cose che non vanno".

Più dura, invece, la reazione del segretario del Sap Nicola Tanzi, che replica così all'invito del leader del MoVimento 5 Stelle: "Beppe Grillo dovrebbe dimenticarsi del suo passato di comico e smettere di fare il ridicolo. Pensi piuttosto a fare il politico e a non strumentalizzare la situazione". Tanzi quindi insiste nello spiegare che quello di togliersi il casco "è un gesto che gli uomini delle forze dell'ordine fanno tutte le volte che, durante una manifestazione, ci si rende conto che non ci sono più rischi. E' un gesto che viene fatto per stemperare l'ambiente, per dialogare con i manifestanti e per abbassare la tensione" pur ammettendo che all'interno delle forze dell'ordine si vive "un grosso disagio, i poliziotti hanno problemi enormi come tutti gli altri cittadini. E molti condividono il disagio di chi era in piazza".

"Non fa bene a nessuno strumentalizzare i singoli episodi e soprattutto non aiuta ad affrontare le questioni di ordine pubblico in maniera responsabile e civile nel rispetto delle libertà e dei diritti di tutti" afferma anche il segretario generale del Silp per la Cgil, Daniele Tissone mentre Franco Maccari, Segretario Generale del
Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, attacca il leader dei 5Stelle precisando: "Il fatto che Beppe Grillo non sia evidentemente capace di giocare e vincere seguendo le regole non implica che possa istigare anche noi a farlo. Pensa davvero che siamo così sciocchi e senza cervello e senza convinzione tanto da poterci indurre a comportarci come burattini nelle sue mani usando il suo eloquio da vendita promozionale?".

Perché i poliziotti si siano tolti il casco durante la manifestazione indetta dal MoVimento dei Forconi, poi allargatasi a quella fetta di popolazione strozzata dalla crisi economica, non sembra essere quindi ancora del tutto chiaro, visto che paiono esserci diverse letture a quello che in apparenza sembrava un solo messaggio, di pace. Quel che appare evidente è che tale gesto ricorda ciò che ha fatto la polizia thailandese la scorsa settimana. Quando le è stato ordinato di bloccare i manifestanti che nel Paese protestano contro il potere corrotto dell'ex primo ministro Thakskin Shinawatra (l'attuale premier è la sorella), la polizia thailandese si è infatti unita alla rivolta pacifica, deponendo giubotti e caschi. In Thailandia, diversamente che in Italia, nessuno però ha avuto il dubbio che quel gesto fosse in segno di solidarietà con i manifestanti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: