le notizie che fanno testo, dal 2010

PlayStation Network offline? Anonymous innocente "Sony è incompetente"

PlayStation Network è offline e la teoria dell'"attacco esterno" è una spiegazione che fatica a trattenere la delusione degli utenti di PlayStation scollegati dal network di Sony. Soprattutto perché Anonymous rivendica la sua innocenza: "For Once We Didn't Do It", sottolinea il collettivo hacker.

Di certo questi problemi con il Commodore 64 o con lo ZX Spectrum non succedevano. Certo, il caricamento delle cassette era lento, ma almeno si potevano vedere le righe colorate e parlare con gli amici invitati a giocare, in carne ed ossa, per passare qualche ora in compagnia di "sprite" colorati. Oggi è tutto più semplice e "freddo", accendi e parti, e il tuo amico che ti bombarda (non è una citazione sarcastica della "campagna di Libia") nel videogioco magari si trova vicino a Fukushima con una bella maschera anti particolato. Ma i videogiochi di oggi sono come le centrali nucleari, tanto belli, ma quando qualcosa va storto il giocattolo si rompe. E' il caso del blackout che sta coinvolgendo da giorni il famoso PlayStation Network, quella rete con 75 milioni di iscritti che (insieme a Qriocity) sta bloccando le voglie videoludiche di milioni di persone, che magari, al posto di giocare, potrebbero mettersi, come effetto collaterale, a pensare o a leggere qualche libro in più. Fatto sta che Sony, con la rete imbalsamata, per alcuni si comporta come la TEPCO (la famigerata proprietaria delle centrali nucleari giapponesi di Fukushima) fornendo agli utenti delle laconiche spiegazioni che non hanno molto di trasparente. Ad esempio in Italia sul sito dedicato it.playstation.com si legge su 'Scopri le ultime notizie sull'interruzione del servizio PSN' la "notizia" seguente: "Siamo consapevoli che determinate funzioni di PlayStation Network non sono attualmente disponibili. Torneremo a darti notizie quanto prima" (http://is.gd/4dGHQr). Il "Grazie per la tua pazienza" che segue, suona un po' beffardo e qualcuno se la prende con i soliti hacker, quelli di Anonymous, che questa volta sembrano non c'entrare niente nel blackout di PSN. Il gruppo di hacker addirittura smentisce, per quando un gruppo "anonimo" appunto e acefalo per definizione possa farlo ufficialmente. Addirittura, quasi citando visualmente i bei tempi di War Games, c'è un filmato che stampa "a video" in caratteri cubitali su Youtube (youtube.com/watch?v=X-3YHyrYdmg) "Anonymous is Innocent" per il PSN Down (dal 21 aprile), riportando una dichiarazione del "collettivo" hacker su irc che spiega la situazione, scagionando Anonymous e finendo con un laconico: "Sony Is incompetent".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: