le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso Mineo, Civati: con Renzi da dissenso strategico a ortodossia di partito

Pippo Civati interviene sul suo blog per fare "tre precisazioni importanti sulle autosospensioni dei 13 senatori" del PD, che hanno lasciato il gruppo dopo l'esclusione di Corradino Mineo dalla Commissione Affari Costituzionali, dove si discute la riforma del Senato.

Pippo Civati interviene sul suo blog per fare "tre precisazioni importanti sulle autosospensioni dei senatori" del PD, che hanno lasciato il gruppo dopo l'esclusione di Corradino Mineo dalla Commissione Affari Costituzionali, dove si discute la riforma del Senato. Civati definisce la "cacciata" di Mineo "la cosa più grave che potesse capitare", ma chiarisce in primis che "i senatori che si sono autosospesi non sono tutti civatiani" ma "sono persone autorevoli, che hanno storie molto diverse, che non si fanno ispirare da nessuno se non da se stessi" che condividono "il punto politico che in questi mesi abbiamo più volte provato a rappresentare, rispetto alle riforme costituzionali. Sono stati eletti con Bersani candidato, e fanno parte di ‘correnti’ diverse". "In secondo luogo - continua Pippo Civati - sorprende che molti, in pochi mesi, siano passati dal dissenso strategico all’ortodossia di partito. Ricordo che quando si trattava di votare il presidente della Repubblica, esisteva addirittura un candidato renziano (Sergio Chiamparino). E ogni cosa che faceva il governo precedente (anche l’attività di alcuni ministri, che sono rimasti tali anche nel successivo esecutivo) era criticabilissima, anzi di più, da tutto e da tutti, sui giornali e sulle televisioni. Comprese le richieste di dimissioni dei ministri, le scelte di fondo, la politica delle alleanze. Tutto quanto. Incessantemente". Infine, una stoccata alle recenti dichiarazioni di Matteo Renzi in merito all'emendamento sulla responsabilità civile dei magistrati, passato ieri con voto segreto alla Camera. Renzi dalla Cina assicura infatti che "la norma sarà modificata a scrutinio palese al Senato". Pippo Civati riflette quindi che "dire che al pasticcio si porrà rimedio in Senato, fa un po’ sorridere, in effetti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: