le notizie che fanno testo, dal 2010

Ping: e se prima eravamo un milione a ballare l'alligalli

Apple festeggia, a una manciata di ore dal lancio, un milione di utenti di Ping, il nuovo social network affiancato a iTunes. E Facebook guarda, ma non connette.

Ora siamo un milione e a ballare l'alligalli, che sicuramente è disponibile su iTunes. Difatti che cosa c'è di più bello che essere fan dei balli di gruppo, comprare la canzone sullo store Apple, chiamare tutti gli amici attraverso Ping e organizzare in spiaggia un meraviglioso flash mob d'alligalli dove tutti gli iPhone sincronizzati suonano l'immortale canzone. Poi magari qualcuno lo riprende e lo mette su Youtube (magari averci un "Youtube Apple"!) e però ci metterà pure il tag "Hully Gully" così anche gli amici di Jersey Shore riusciranno a trovarlo e a replicare il ballo.
Ecco, questo potrebbe essere uno spaccato di ciò che sta succedendo, o che potrebbe succedere nella testa dei partecipanti al nuovo "social" di Apple, Ping che in queste ore festeggia (dopo pochi giorni dall'uscita) ben un milione di utenti.
"Un terzo degli utenti che hanno scaricato iTunes 10 si è unito a Ping - ha dichiarato Eddy Cue, Vice Presidente dei servizi internet per Apple - Poiché molte altre persone scaricheranno iTunes 10 nelle prossime settimane, prevediamo che la comunità Ping continuerà a crescere".
E questo senza che Facebook dia ancora il permesso di "importare" i propri utenti su Ping. Quando questo avverrà (se avverrà) Steve Jobs potrà fare ciò che il fascinoso Mark Zuckerberg non è ancora riuscito a fare, cioé trovare un modello di business che "renda fruttiferi" gli utenti dei social network. E allora sarà lui il solo a ballare l'alligalli (anzi l'Hully Gully).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: