le notizie che fanno testo, dal 2010

Passaggio da IMU a Tasi, Fassino: governo trovi risorse pari a 2013 per i Comuni

Il presidente dell'Anci Piero Fassino ricorda che "sulla prima casa il prelievo IMU variava tra il quattro e il cinque per mille, mentre ora l'aliquota Tasi per la prima abitazione è prevista al 2,5 per mille", e per questo chiede al governo di "trovare nelle pieghe del bilancio dello Stato quelle risorse che permettano ai Comuni di disporre, anche per il 2014, dello stesso gettito previsto nel 2013".

Sull'ammontare di questo minor gettito che entrerà nelle casse dei Comuni con il passaggio tra Imu e Tasi interviene anche il presidente dell'Anci (Associazione nazionale Comuni italiani) Piero Fassino, che chiede espressamente al governo "di adottare provvedimenti che risolvano questo problema, stante il fatto che i Comuni dovranno presentare i bilanci il prossimo 28 febbraio, termine non dilazionabile per via delle prossime elezioni amministrative". Fassino sottolinea infatti che "per fare i bilanci i Comuni hanno bisogno di certezze di risorse" e per questo l'Anci chiede all'esecutivo di individuare "soluzioni risolutive entro le prossime settimane". Piero Fassino infatti ricorda che "sulla prima casa il prelievo IMU variava tra il quattro e il cinque per mille, mentre ora l'aliquota Tasi per la prima abitazione è prevista al 2,5 per mille", precisando come sia evidente il "trovare nelle pieghe del bilancio dello Stato quelle risorse che permettano ai Comuni di disporre, anche per il 2014, dello stesso gettito previsto nel 2013".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: