le notizie che fanno testo, dal 2010

Legge stabilità 2015, Fassino: tagli a Province e Regioni penalizzano Comuni

Oltre a Province e Regioni, anche i Comuni chiedono "un incontro con il governo per una valutazione d'insieme della legge di stabilità 2015" con Piero Fassino che ammette: "Non può non preoccupare la dimensione dello sforzo finanziario chiesto ai Comuni. Il rischio è che i tagli richiesti a Province e Regioni penalizzino a loro volta i trasferimenti di questi Enti ai Comuni".

Oltre a Province e Regioni, anche i Comuni chiedono "un incontro con il governo per una valutazione d'insieme della legge di stabilità 2015 e dei suoi effetti sulle politiche degli Enti locali" come annuncia Piero Fassino, presidente dell'Anci. Pur cercando di indorare la pillola, sottolineando che nella Finanziaria risulterebbero incluse "misure da tempo richieste dall'Anci", Fassino ammette che "non può non preoccupare la dimensione dello sforzo finanziario chiesto ai Comuni", elencando nel dettaglio: "Una riduzione di spesa di 1,2 miliardi, a cui vanno aggiunti altri 300 milioni di tagli sul 2015 derivanti da provvedimenti degli anni scorsi, che si sommano ai 17 miliardi (8 di minori trasferimenti e 9 di contributo al Patto di Stabilità) forniti dai Comuni negli ultimi 6 anni. A ciò si aggiunga il rischio che i tagli richiesti a Province e Regioni penalizzino a loro volta i trasferimenti di questi Enti ai Comuni". Piero Fassino evidenzia inoltre che "non è sufficientemente chiaro quale ulteriore impatto sui bilanci dei Comuni potrà derivare dalla introduzione del nuovo sistema di contabilità". Anche il sindaco di Catania, Enzo Bianco, intervenuto in rappresentanza dell'Anci alla Conferenza Stato-Città riunitasi oggi al ministero dell’Interno, si associa "alle preoccupazioni delle Province in merito agli ulteriori tagli che dovranno subire", spiegando: "Sono tagli, questi, che ricadranno anche sui Comuni e sulle Città metropolitane che, secondo la legge Delrio, dovranno prendersi carico di alcune delle funzioni proprio delle Province. - e conlude - Ad oggi non ci sono risorse certe per le Città metropolitane e i Comuni rischiano di farsi carico anche delle grandi difficoltà di bilancio che patiscono le Province".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: