le notizie che fanno testo, dal 2010

La trans Morgana ha paura di Zaccai: aveva una pistola

La trans Morgana coinvolta nel caso Zaccai afferma di temere il consigliere provinciale di Roma. Pare che i due si vedessero da quattro mesi. Intanto la polizia indaga sulla provenienza della cocaina.

Morgana ha paura. La trans coinvolta nel caso Zaccai afferma di temere l'uomo dopo quanto è successo, anche perché dice che una volta ha visto nella macchina del consigliere della Provincia di Roma una pistola.
In realtà Morgana pare che neanche sapesse che Pier Paolo Zaccai era un politico, almeno a quanto ne dice un'altra trans, Eveline, che è anche un'amica di Brenda, la transessuale morta dopo lo scandalo del caso Marrazzo.
Eveline non era con Morgana e gli altri due trans l'altra notte, quando Zaccai sembra aver "dato di matto", si è affacciato dalla finestra in via Manlio Torquato e ha cominciato a gridare, allarmando il vicinato. C'è chi dice che stava facendo un comizio.
C'è chi invece racconta che stava gridando aiuto e che quando è stato raggiunto dalle autorità, prima di essere trasportato all'ospedale "Grassi" di Ostia, avrebbe detto che lo avevano incastrato perché stava indagando sui trans, aggiungendo "poi quattro o cinque trans hanno preso pc e altri oggetti e sono scappati prima dell'arrivo della polizia".
Quello che è certo finora è che le versioni di Morgana e Zaccai non sembrano coincidere dopo gli interrogatori della polizia.
Pare che la trans Morgana e il consigliere Zaccai si fossero dati appuntamento al Fungo dell'Eur, stando a quanto dice anche Eveline, dirigendosi poi verso l'abitazione di in via Manlio Torquato. Morgana dichiara alla polizia di essere stata con Zaccai per qualche ora "poi è letteralmente impazzito quando gli ho detto che doveva andar via", aggiunge.
Sempre secondo la sua versione, Zaccai avrebbe anche provato quella sera a picchiarla.
Eveline conferma che quando il consigliere provinciale ha cominciato ad urlare le trans sono "scappate impaurite e ancora scalze". E infatti pare che diverse persone del vicinato abbiano visto le trans allontanarsi con passo svelto.
Morgana poi è andata a denunciare il fatto, ed ora la polizia sta cercando di capire la provenienza della cocaina, visto che, a quando si apprende finora anche se è ancora tutto da appurare, quella sera Zaccai stava partecipando ad un festino a base di sesso (oltre a Morgana anche altri due trans) e cocaina.
La trans Morgana rivela anche che i due si frequentavano da circa quattro mesi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# cocaina# Ostia# Pier Paolo Zaccai# Roma# sesso# trans