le notizie che fanno testo, dal 2010

Delitto Pasolini: forzato studio avvocato famiglia. Bolognesi (PD): serve commissione d'inchiesta

"E' un episodio inquietante, forse qualcuno teme la nostra battaglia perché il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini e lancia degli avvertimenti", così in una nota Paolo Bolognesi del PD dopo che ignoti hanno tentato di entrare nello studio dell'avvocato Stefano Maccioni, legale di Guido Mazzon, cugino dell'intellettuale ucciso.

"E' un episodio inquietante, forse qualcuno teme la nostra battaglia perché il Parlamento indaghi sull'omicidio di Pasolini e lancia degli avvertimenti, ma noi non ci fermiamo. Tutta la mia solidarietà all'avvocato Maccioni. Se volevano entrare, potevano farlo di notte o nel fine settimana. Farlo in pieno giorno, con lo studio in attività, sembra un'azione dimostrativa, un avvertimento" denuncia in una nota il deputato PD Paolo Bolognesi. Nella giornata del 29 febbraio infatti ignoti hanno tentato di entrare nello studio dell'avvocato Stefano Maccioni, legale di Guido Mazzon, cugino dell'intellettuale ucciso. Mentre nell'ufficio si trovavano la segretaria e una collega del legale, che non hanno avvertito niente, la serratura è stata forzata con un pezzo di ferro la cui punta è rimasta all'interno, mentre è stato fatto un calco del cilindro superiore della porta. Bolognesi è primo firmatario, con Serena Pellegrino (Sinistra Italiana) della proposta di legge che istituisce una Commissione d'inchiesta monocamerale sull'assassinio di Pier Paolo Pasolini.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: