le notizie che fanno testo, dal 2010

Tares, Bersani: proroga di un anno. Prima rata luglio crea più crisi

Mentre alla Camera e al Senato regna lo stallo politico a causa di "tatticismi irresponsabili" come li descrive Silvio Berlusconi, gli italiani rischiano di saltare le vacanze anche a causa della maxi rata della Tares. E così Bersani propone di posticipare la tassa di un anno.

Mentre gli italiani cercano di capire più nel dettaglio cos'è la TARES (TAssa Rifiuti E Servizi) e soprattutto il calcolo da fare in vista della prima maxi rata, che è stata fissata a luglio , arriva l'appello di Pier Luigi Bersani. Intervenendo in Transatlantico, Pier Luigi Bersani ha proposto la possibilità di "prorogare di un anno l'applicazione della Tares che a luglio rischia di avere esiti imprevedibili per famiglie e piccole e medie imprese", già allo stremo a causa della crisi economica e il livello troppo alto delle tasse italiane. "In queste ore, al di là delle questioni politiche, bisogna mettere un occhio ad un urgente problema concreto. - afferma Pier Luigi Bersani - Secondo me, anche in fase di governo in ordinaria amministrazione è possibile trovare le risorse per prorogare di un anno l'applicazione della Tares perché già in questi giorni si sta mettendo in moto una macchina che a luglio rischia di avere esiti imprevedibili per molte famiglie e per le piccole e medie imprese. Dobbiamo mettere mente alla vita reale". Riuscirà Bersani a trovare un accordo almeno sulla proroga della Tares? Come scrive lo stesso leader del PD su Twitter, infatti, "il problema è fare un governo, ma bisogna anche governare. Ci sono cose urgenti da fare subito e stiamo perdendo settimane".

Leggi anche: Berlusconi: da PD e M5S Grillo solo tatticismi. Sfugge gravità crisi

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: