le notizie che fanno testo, dal 2010

Pier Luigi Bersani dimesso. Prossima scissione PD con Cuperlo contro Renzi?

Pier Luigi Bersani ha lasciato l'ospedale di Parma, dove era ricoverato dal 5 gennaio a causa di una emorragia cerebrale. E c'è già chi ipotizza una possibile, fino a poco tempo fa impensabile, alleanza tra i bersaniani e i dalemiani. Stefano Fassina assicura che non ci saranno scissioni nel PD, ma lo strappo tra Cuperlo e Renzi sembra difficilmente ricucibile.

Mentre Gianni Cuperlo annuncia le proprie dimissioni da presidente del PD, poiché in netto contrasto con l'idea di partito che sembra avere in mente Matteo Renzi, le agenzie di stampa battono la notizia che Pier Luigi Bersani ha lasciato l'ospedale di Parma, dove era ricoverato dal 5 gennaio a causa di una emorragia cerebrale. Dopo un periodo di risposo, Bersani probabilmente tornerà ad essere protagonista della politica, e non è impensabile che l'ala bersaniana possa anche nel prossimo futuro unirsi con quella dei dalemiani, attualmente capeggiata da Gianni Cuperlo. Un fronte unico contro l'avversario comune Matteo Renzi, già ribattezzato da molti come "renzusconi". Anche se Stefano Fassina ha già dichiarato che non ci saranno scissioni nel PD, lo stappo all'interno dei democratici sembra ormai difficilmente ricucibile. Intanto, si attende la replica di Matteo Renzi alla lettera aperta che Gianni Cuperlo gli ha inviato, dove chiarisce di essersi dimesso perché "colpito e allarmato da una concezione del partito e del confronto al suo interno che non può piegare verso l'omologazione, di linguaggio e pensiero".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: