le notizie che fanno testo, dal 2010

Matteo Renzi: PD faccia presto. Pier Luigi Bersani: è indecente

Ferri corti, ormai, tra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi. Dopo il recente intervento di Matteo Renzi che chiede al PD di "fare presto", arriva la secca replica di Bersani che giudica tale intromissione "indecente".

Mentre Fabrizio Barca presenta il (suo) "nuovo PD", il vecchio sembra dare il peggio di sé. Dopo il recente intervento di Matteo Renzi al Corriere della Sera, dove il sindaco di Firenze chiedeva al PD di "smetterla di fare melina", arriva la dura replica di Pier Luigi Bersani. Matteo Renzi denunciava come si stia "puntando a prendere tempo e a eleggere un capo dello Stato che ci dia più facilmente l'incarico di fare il nuovo governo" chiarendo che "o si va a votare. Altrimenti si fa un patto costituente da cui nasce la Terza Repubblica", con il PDL di Silvio Berlusconi, visto che il MoVimento 5 Stelle ha già "umiliato" a sufficienza per Luigi Bersani nel corso delle consultazioni via streaming.

Pier Luigi Bersani, nel corso della manifestazione del PD contro la povertà, attacca Matteo Renzi senza mai citarlo, affermando che "di qualunquismo in giro ce ne è già troppo". "Siamo ad un incrocio e questo è un ulteriore elemento di difficoltà in una fase difficile ma è indecente che in questa fase si dica 'la politica faccia presto'. - denuncia Bersani - Se poi troverà Beppe Grillo al 70% non venga da me a dire 'mi raccomando' ". Il leader del PD poi si lascia andare ad un ultimo sfogo: "Qualcuno di noi, di noi non di loro, mi ha detto: 'ci vuole dignità'. Io una frase così non l'avrei accettata neanche da mio padre. Per il bene del partito sto zitto. Perché l'arroganza umilia chi ce l'ha".

A stretto giro arriva la replica di Matteo Renzi su Facebook: "Il segretario del mio partito, Bersani, ha detto che sono 'arrogante, indecente, qualunquista'. Mi spiace molto che Pierluigi - cui va il mio rispetto sempre, a prescindere - scelga la strada dell'insulto. Non credo di meritarmelo, anche alla luce del comportamento di questi mesi. Per quanto mi riguarda vorrei evitare le polemiche. Io faccio il Sindaco e spero solo che si faccia presto: le aziende chiudono, le famiglie soffrono, la politica è lenta. - aggiungendo - Non faccio parte del gruppo dirigente e non tocca a me decidere: mi auguro che chi ha responsabilità non sprechi tempo. Se questo significa essere indecenti penso che siano in tanti in Italia a essere indecenti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: