le notizie che fanno testo, dal 2010

Bersani: o "premio di consolazione" del 10% o legge elettorale salta

Pier Luigi Bersani punta ad ottenere un minimo di governabilità in caso di vittoria del centrosinitra alle elezioni del 2013, e così propone una sorta di "premio di consolazione" se la soglia del 42,5% dovesse rimanere tale nella nuova legge elettorale.

Pier Luigi Bersani avvisa che se rimarrà il premio di maggioranza al 42,5 per cento "senza dire null'altro" allora il PD si metterà "di traverso con tutti gli strumenti parlamentari" che esitono, facendo saltare di fatto la legge elettorale. Per evitare questo, Pier Luigi Bersani proprone quindi quello che potrebbe essere ribattezzato come "premio di consolazione", e cioè un 10% dei seggi al primo partito, o alla colazione, che uscirà dalla tornata elettorale del 2013. In questo modo, spiega Bersani, anche se non ci sarà la governabilità assoluta, almeno in Parlamento ci sarà "un azionista di riferimento in grado di dire chi governerà".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: