le notizie che fanno testo, dal 2010

Bersani: l'8 Marzo consegniamo firme per le dimissioni di Berlusconi

L'8 Marzo 2011, Festa della Donna, il PD consegnerà milioni di firme per chiedere le dimissioni del premier. E un ponte "politico" e di valori è stato lanciato da Pier Lugi Bersani dall'8 al 17 marzo, per il "risveglio e la riscossa".

Bersani intervenendo alla prima Conferenza Nazionale delle Donne Democratiche, che si è tenuta a Roma, ha chiesto un "passo indietro" al premier perché "non si tratta di una questione di destra o di sinistra ma di dignità di questo Paese".
Pier Luigi Bersani è sembrato riacquistare quella verve che lo portò ad essere "vincente" per la corsa alle primarie del PD, dicendo "pane al pane e vino al vino" (per citare una sua metafora) e centrando il tema, di fronte ad una platea di donne: "Chi tace oggi, non so come parlerà domani - ha detto - c'è troppa gente che tace sapendo cosa sta succedendo e si nasconde dietro alla scusa dei fatti privati".
Il segretario del PD si è poi chiesto: "Ma di quali fatti privati stiamo parlando? Essere processati per direttissima per reati gravi è un fatto privato? La ricattabilità evidente di un presidente del Consiglio è un fatto privato? L'oggettiva catastrofe del nostro Paese nel mondo è un fatto privato?".
E ricorda al premier e alla maggioranza il rispetto della Costituzione in ogni sua parte, sottolineando che: "I nostri padri hanno scritto nella Costituzione, che disciplina ed onore sono dei prerequisiti necessari per governare, non perché si occupavano di reati o peccati, dei quali se ne devono occupare gli inquirenti o la Chiesa, ma perché pensavano che senza disciplina ed onore non si può esercitare la funzione pubblica".
E intanto Marzo, il mese tradizionalmente dedicato alle donne e ai loro diritti, sarà secondo Bersani il mese "del risveglio" e "della riscossa italiana" visto che, dice il leader del PD: "L'8 marzo consegneremo a Palazzo Chigi le firme raccolte in tutta Italia per richiedere le dimissioni del Premier e da lì lanceremo un ponte verso il 17 marzo, per ribadire l'importanza di festeggiare l'Unità di Italia. Voglio ringraziare Roberto Benigni perché ha dato una traccia importante su questa ricorrenza, dobbiamo risvegliaci verso una riscossa italiana".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: