le notizie che fanno testo, dal 2010

Bersani: dopo Berlusconi tossine escano da vene Italia. Sarà salasso?

Pier Luigi Bersani invita il premier a dimettersi, anche se sottolinea come non basta mandare a casa Berlusconi perché poi "bisogna anche guarire dalla malattia, far uscire dalle vene d'Italia le tossine che ci ha messo". Che sia l'annuncio di un possibile "salasso" per l'Italia?

Pier Luigi Bersani, durante la conferenza stampa a seguito dei risultati dei ballottaggi delle amministrative 2011, annuncia "notizie formidabili da tantissime città", spiegando che con il voto che ha travolto il centrodestra si è "davanti ad una risposta civica e morale del Paese". Per questo motivo il segretatio del PD ribadisce che a questo punto Berlusconi dovrebbe dimettersi, anche se precisa che "sarebbe meglio andare a votare con una diversa legge elettorale dato che quella attuale ha creato molti guai al Paese". "Il governo prenda atto della nuova realtà delle cose e agisca di conseguenza" è il monito di Bersani, che sottolinea come però non basta "mandare a casa Berlusconi", perché poi "bisogna anche guarire dalla malattia, far uscire dalle vene d'Italia le tossine che ci ha messo". Tanto che qualche attento osservatore fa notare come questa metafora sembra quasi annunciare un possibile "salasso" per l'Italia. "Noi vinciamo perché l'Italia vuole uscire dall'ubriacatura della vergogna e dell'arroganza di questi anni - dice Pier Luigi Bersani - C'è voglia di un'Italia per bene, dove ognuno fa il suo lavoro con onestà e trasparenza, l'abbiamo visto nelle piazze piene di donne e giovani". Il leader del PD spiega anche: "Noi non siamo quelli dell'uomo solo al comando, non cerchiamo risse e faziosità, non crediamo al meccanismo dell'imperatore e dei suoi feudatari - perché - Noi guardiamo la gente all'altezza degli occhi e non dall'alto verso il basso: crediamo nella partecipazione e nella Costituzione". Bersani ribadisce quindi che la vittoria del centrosinistra arriva perché ha parlato "della vita comune della gente: lavoro, redditi, pensioni, ambiente, servizi". Quindi, dopo le parole, i fatti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: