le notizie che fanno testo, dal 2010

Bersani a Renzi: ok partito della nazione, ma che non si allarghi fino a Forza Italia

Intervistato a Ballarò, Pier Luigi Bersani accetta l'idea del "partito della nazione" evocato da Matteo Renzi ma sottolinea: "Purché non ci si allarghi fino a Berlusconi e Verdini". E sulla Leopolda fa notare a Renzi: "Se ti inventi altri marchi, qualcuno può pensare che stia promuovendo altri prodotti".

Pier Luigi Bersani respinge l'idea del "partito unico", venuta tristemente in mente a molti dopo che il premier-segretario Matteo Renzi ha evocato la nascita di un "partito della nazione" che "contenga realtà diverse". Intervistato a Ballarò, Pier Luigi Bersani con la sua solita ironia sottolinea: "Vogliamo fare un partito che va da Romano (Scelta Civica, ndr) a Migliore (Led, ndr)? Va bene, - aggiungendo - purché non ci si allarghi fino a Berlusconi e Verdini (Forza Italia, ndr)". "Il tema del 'pigliatutto' per un Paese non è un'idea positiva perché - precisa l'ex segretario del PD - determina un conformismo paludoso con ai margini una radicalizzazione. Due cose inservibili per il cambiamento e per le riforme". Pier Luigi Bersani quindi evidenzia: "La vocazione maggioritaria non vuol dire aver da soli il 51 per cento". Bersani quindi avverte: "Io voglio essere fino in fondo leale al mio partito e al mio governo. C'è solo una cosa sulla quale non transigerò, ed è la legge elettorale. - chiarendo - I deputati non li nominiamo perché sennò c'è qualcuno che nomina i deputati che nominano il presidente della Repubblica, i rappresentanti della Corte Costituzionale, del Csm e io non sono d'accordo radicalmente". L'ex segretario dem quindi riflette: "E se non ci stanno Berlusconi e Verdini, come dice sempre Renzi, se ne faranno una ragione. Perché è giusto discutere con tutti, ma non c'è ragione né numerica né politica per cui il PD lasci l'ultima parola a qualcuno". Infine, Pier Luigi Bersani critica la Leopolda. "Non vado" chiarisce subito, spiegando: "Quando Renzi farà una bella cosa come PD io sarò in prima fila. Se fai il segretario di un partito e vuoi fare un'iniziativa programmatica aperta a tutti quanti, falla come PD. - ed evidenzia - Se ti inventi altri marchi, qualcuno, sbagliando, può pensare che stia promuovendo altri prodotti. Mi pare che questo sia indiscutibile, dire il contrario è arrampicarsi sui vetri".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: