le notizie che fanno testo, dal 2010

Bersani: Berlusconi sta vivendo un tramonto, ma può essere pericoloso

Pier Luigi Bersani spera che Berlusconi si dimetta, ricevendo la scatola con le 10 milioni di firme raccolte. Bersani sottolinea che "il berlusconismo ha incrinato lo spirito civico" e anche se "Berlusconi sta vivendo un tramonto", questo può essere "pericoloso".

"Bisogna reagire a questo veleno che rischia di distruggere gli anticorpi morali dell'Italia, e in questo 8 marzo la mimosa che noi consegneremo alle donne sono milioni di firme per le sue dimissioni. E' il più bel regalo da fare all'Italia" grida Pier Luigi Bersani dal palco allestito a Piazza di Pietra a Roma, riferendosi alla delegazione di donne guidata da Rosy Bindi che a Palazzo Chigi ha portato una scatola di colore giallo, contenente i primi moduli della raccolta firme, che rappresenta simbolicamente le 10 milioni di firme che chiedono le dimissioni del premier. A ricevere la scatola non Berlusconi ma il sottosegretario Gianni Letta.
"Sarebbe un bel regalino - ride scherzoso Bersani - un regalino mica da poco se Berlusconi in risposta alle firme consegnasse oggi le sue dimissioni nelle mani di Rosy Bindi...". Bersani è euforico dal palco, quando afferma deciso: "Berlusconi resiste? Ha tenuta? Dice che ha fisico e grinta? Bene, noi gli diciamo, guarda che noi abbiamo più tenuta e più grinta di te! Noi resistiamo un minuto in più di te!".
"Arriverà il momento, perché arriverà il momento, in cui se ne andrà - continua il segretario del Partito Democratico - e da tutti i circoli del PD si leverà il grido, come dice Vasco Rossi: 'Eh già, noi siamo ancora qua...' ".
"Questo non è giustizialismo o moralismo, ma civismo - continua Bersani - E' serietà nella conduzione della cosa pubblica, dignità della cosa pubblica. La condizione delle donne è nel cuore della crisi economica sociale e anche morale di questo Paese. Qualcosa si incrinato nello spirito civico perché Berlusconi e il centrodestra hanno insegnato pensieri cattivi". "Il berlusconismo ha incrinato lo spirito civico con pensieri cattivi e sbagliati - continua Bersani - Che il consenso viene prima delle regole, che l'individualismo è la soluzione ai problemi, che la mercificazione della donna sia lo spazio della sua libertà con un uso smisurato del potere e della ricchezza. No, no, no".
"Il Pd invece deve continuare a combattere come opposizione, senza perdere un colpo deve indicare un'altra strada e indicare una prospettiva al Paese - conclude il segretario del PD - perché Berlusconi sta vivendo un tramonto ma il tramonto può essere pericoloso e creare tensioni tra le istituzioni".
Anche Rosy Bindi rincara la dose: "Silvio Berlusconi deve andare a casa, del resto Berlusconi dovrebbe essere già andato a casa, e se ancora non c'è andato ce lo manderemo perché oltre a non saper guidare il Paese ha anche violato la dignità della donna. Al di là del numero, il significato politico è chiaro a tutti: questo è stato un momento di partecipazione politica in cui gli italiani si sono espressi. Non è possibile che in Germania un ministro si dimetta perché ha copiato la tesi di laurea, mentre Berlusconi stia ancora al governo nonostante sia accusato di prostituzione minorile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: