le notizie che fanno testo, dal 2010

Padoan: economia stenta a uscire da recessione. Ma no manovra correttiva

"I dati dell'economia anche più recenti confermano un'economia che stenta a uscire dalla recessione" ammette il ministro Pier Carlo Padoan, promettendo però che "non ci sarà bisogno di una manovra correttiva aggiuntiva".

"I dati anche più recenti confermano un'economia che stenta a uscire dalla recessione. Rimango, però, convinto che esistano segnali positivi che andranno apprezzandosi nei prossimi trimestri e nei prossimi anni" avverte e allo stesso tempo assicura Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia, nel corso di una intervista a Il Sole24Ore, Padoan afferma infatti che "i dati negativi che ci arrivano dall'Istat riguardano, soprattutto, gli investimenti mentre, invece, - sostiene - i dati su consumi e esportazioni sono moderatamente positivi. Questo fa sperare bene sul recupero di fiducia delle famiglie e conferma che c'è una fase di uscita dalla recessione che è molto faticosa perché la recessione è davvero profonda". Diversa invece l'anaslisi di Confcommercio che sottolinea come neanche il bonus di 80 euro elargito dal governo Renzi ad 11 milioni di italiani (dipendenti) è riuscito "ad avere un effetto shock sui consumi e generare una fiducia diffusa" tanto che l'Italia rischia così di "compromettere anche le prospettive di crescita del 2015". Nonostante questo, Pier Carlo Padoan promette che, nonostante la crescita sia pari a zero o addirittura negativa, il nostro Paese non sforerà il 3% di deficit/pil né nel 2014 né nel 2015, ribadendo: "Non ci sarà bisogno di una manovra correttiva aggiuntiva".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: