le notizie che fanno testo, dal 2010

Paul McCartney: alla festa di nozze i vicini chiamano la polizia

Paul McCartney e Nancy Shevell, sposi novelli, sono stati interrotti durante la festa di matrimonio dalla polizia. Il motivo è dei più classici e rappresenta quasi un colmo per l'ex Beatle: volume della musica troppo alto. I vicini dell'esclusivo quartiere di St John's Wood si sarebbero lamentati.

Le feste di matrimonio sono sempre chiassose, ben lo sanno i titolari di ville per matrimoni, a volte impossibilitati, dati gli ospiti in una condizione un po' "allegra", a fermare le danze (e soprattutto a spegnere le "casse") quando si fanno le ore piccole. Così, qualche volta, i vicini alzano il telefono e chiamano la polizia per tentare di chiudere la faccenda. E' successo anche ad una delle feste di nozze più esclusive del 2011, soprattutto considerando chi fossero gli invitati e i festeggiati. Paul McCartney e Nancy Shevell, freschi sposi ("Paul McCartney oggi sposo, quando John Lennon avrebbe compiuto 71 anni" http://is.gd/dTtfJi), stavano festeggiando con amici famosi e non, nella loro residenza sita nell'aristocratico quartiere di St John's Wood a Londra (vicino agli Abbey Road Studios), quando, come scrive il Daily Mail, verso la una e trenta del mattino avrebbe ricevuto la visita di alcuni agenti. La polizia avrebbe bussato in casa McCartney segnalando il disagio dei vicini, con la richiesta di abbassare il volume, cosa che sembra sia stata fatta. Gli ultimi invitati famosi, sempre secondo il Daily Mail, se ne sarebbero andati verso le tre del mattino, con una musica più consona a quella che, nei concerti, in gergo, si chiama di "go home".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: