le notizie che fanno testo, dal 2010

D'Addario respinta da Fini, Fli: questo non è il PdL

Patriza D'Addario, al centro del passato scandalo che ha coinvolto Silvio Berlusconi, ha tentato ieri di partecipare al battesimo di Futuro e Libertà. "Ospite non gradito", rendono noto i vertici del Fli e alcuni militanti gli urlano che quello "non è il PdL".

Patriza D'Addario, al centro del passato scandalo che ha coinvolto sempre il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi (quella che era stata invitata nel letto di Putin), ha tentato ieri di partecipare al battesimo di Futuro e Libertà al PalaFiere di Bastia Umbra. Patrizia D'Addario afferma di aver "sempre stimato moltissimo personalmente e politicamente" il Presidente della Camera Gianfranco Fini, ma questo non le è bastato per partecipare all'evento. Patrizia D'Addario spiega che il suo interessamento è solo "per capire il progetto di questo nuovo soggetto politico" ma in una nota Fli rende noto che non è un "ospite non gradito", e infatti non riuscirà ad entrare. Arrivata davanti all'ingresso del PalaFiere di Bastia Umbra un gruppo di militanti del Pli la accolgono con frasi non troppo amichevoli, dicendole che lei in quel contesto non "centrava niente" e che quella "non è il PdL" tanto che dopo poco la D'Addario è costretta ad allontarsi.
"La mia presenza qui non e' una provocazione. Non credo di aver fatto un torto a nessuno. Non e' neanche una vendetta contro nessuno - spiega Patrizia D'Addario mentre va via - queste persone che adesso mi hanno urlato contro, avrebbero avuto il coraggio di raccontare la verità in un'indagine? Nessuno".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: