le notizie che fanno testo, dal 2010

Per Papa Francesco c'è peccato e peccato? Muller: dottrina e pastorale uguali

Papa Francesco al Corriere della Sera afferma: "E' alla luce della riflessione profonda che si potranno affrontare seriamente le situazioni particolari, anche quelle dei divorziati, con profondità pastorale - e ancora - sulle unioni civili bisogna vedere i diversi casi e valutarli nella loro varietà". C'è quindi peccato e peccato, per Papa Francesco? Il cardinale Gerhard Ludwig Müller, prefetto della Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede: chiarisce: "La dottrina e la pastorale sono la stessa cosa".

"E' alla luce della riflessione profonda che si potranno affrontare seriamente le situazioni particolari, anche quelle dei divorziati, con profondità pastorale" afferma Papa Francesco in una intervista rilasciata a Ferruccio De Bortoli de il Corriere della Sera, spiegando anche che sulle unioni civili "bisogna vedere i diversi casi e valutarli nella loro varietà". C'è quindi peccato e peccato, per Papa Francesco? Questo ancora non è chiaro, perché finora la "politica" di Papa Francesco (che va molto di moda anche in altri ambiti) sembra essere ancora e solamente quella del teaser perenne, che rischia però di generare una profonda confusione tra i cattolici, specialmente quelli meno "pagani battezzati", citando il cardinale Walter Kasper che lo scorso il 20 febbraio ha aperto i lavori del Concistoro straordinario sulla famiglia.

Sul tema del matrimonio e dei divorziati risposati fa chiarezza, ancora una volta, il card. Gerhard Ludwig Múller, prefetto della Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, che su Il Timone di ieri chiarisce: "La dottrina della Chiesa è molto chiara. - e spiega - La pastorale non può avere un altro concetto rispetto alla dottrina, la dottrina e la pastorale sono la stessa cosa. Gesù Cristo come pastore e Gesù Cristo come maestro con la sua parola non sono persone diverse". Il cardinale Muller sottolinea: "La misericordia di Dio non è contro la giustizia di Dio. Il matrimonio è un sacramento che fonda il legame indissolubile tra i due coniugi. Tanti non lo conoscono e pensano che il matrimonio sia solo una festa che si celebra nella chiesa, ma i coniugi si danno la parola di vivere insieme integralmente, nel corpo, nel sesso, nell'anima, nella fede, nella grazia di Dio. - e ancora - Se il matrimonio è indissolubile non possiamo sciogliere il matrimonio. Non c'è una soluzione poiché il dogma della Chiesa non è una qualsiasi teoria fatta da alcuni teologi, ma è la dottrina della Chiesa, niente altro che la parola di Gesù Cristo, che è molto chiara". Il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede quindi sottolinea: "Non possiamo ridurre la rivelazione e la parola di Gesù Cristo perché tanti cattolici non conoscono la realtà. Ci sono tanti che non partecipano alla messa domenicale perché non sanno che valore ha per la loro vita. Non possiamo dire, come conseguenza, che la messa è meno importante!".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: