le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa Francesco terminerà Enciclica iniziata da Benedetto XVI

Papa Francesco torna a parlare di un tema molto caro al Papa emerito Benedetto XVI, l'ecologia umana. Nel corso dell'udienza con i Membri del XIII Consiglio Ordinario della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi, Papa Francesco annuncia quindi che porterà a termine l'Enciclica che era stata iniziata dal Benedetto XVI, quella sulla fede.

Papa Francesco incontra ieri, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano, i Membri del XIII Consiglio Ordinario della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi, riuniti in Assemblea sul tema: "La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede". Nel suo discorso, Papa Francesco ha voluto sottolineare l'importanza del tema evidenziando come "la trasmissione della fede cristiana è lo scopo della nuova evangelizzazione e dell'intera opera evangelizzatrice della Chiesa, che esiste proprio per questo". Papa Francesco spiega quindi che "l'espressione 'nuova evangelizzazione', poi, mette in luce la consapevolezza sempre più chiara che anche nei Paesi di antica tradizione cristiana si rende necessario un rinnovato annuncio del Vangelo, per ricondurre ad un incontro con Cristo che trasformi veramente la vita e non sia superficiale, segnato dalla routine".

Il Santo Padre ricorda infatti le parole di Paolo VI quando, nel corso del suo Discorso al Sacro Collegio dei Cardinali (22 giugno 1973) precisò che "le condizioni della società ci obbligano a rivedere i metodi, a cercare con ogni mezzo di studiare come portare all'uomo moderno il messaggio cristiano, nel quale soltanto, egli può trovare la risposta ai suoi interrogativi e la forza per il suo impegno di solidarietà umana". D'altronde, nell'Evangelii nuntiandi, ricorda Papa Francesco, viene chiarito come "l'impegno di annunciare il Vangelo 'è senza alcun dubbio un servizio reso non solo alla comunità cristiana, ma anche all'umanità' ".

Papa Francesco invita quindi "l'intera comunità ecclesiale ad essere evangelizzatrice" e "a non aver paura di 'uscire' da sé per annunciare, confidando soprattutto nella presenza misericordiosa di Dio che ci guida. - aggiungendo - Le tecniche sono certo importanti, ma neppure le più perfette potrebbero sostituire l'azione discreta ma efficace di Colui che è l'agente principale dell'evangelizzazione: lo Spirito Santo (cfr ibid., 75)". Il Pontefice incoraggia quindi la comunità ecclesiale a lasciarsi condurre dallo Spirito Santo "anche se ci porta su strade nuove; - sottolineando - occorre lasciarsi trasformare da Lui perché il nostro annuncio avvenga con la parola sempre accompagnata da semplicità di vita, da spirito di preghiera, da carità verso tutti, specialmente i piccoli e i poveri, da umiltà e distacco da sé, da santità di vita (cfr ibid., 76). Solo così sarà veramente fecondo!".

Come riporta Radio vaticana, Papa Francesco ha poi instaurato un dialogo con i Vescovi del Consiglio, rispondendo ad alcune domande dei presenti. Il Santo Padre deve scegliere il tema della prossima Assemblea Generale Ordinaria, e parlando con i vescovi si è riflettuto anche sul fatto che "nel 2015 sono 50 anni dalla Gaudium et Spes da cui si possono prendere temi che riguardano 'i rapporti Chiesa-mondo', la dignità umana, la famiglia, la tecnologia". Papa Francesco, inoltre, ha rievocato un tema molto caro al suo Predecessore, il Papa emerito Benedetto XVI, quello dell'ecologia umana. Benedetto XVI, il 9 giugno del 2011 e quindi a pochi mesi dal disastro di Fukushima, chiariva di fronte agli ambasciatori che "l'ecologia umana è una necessità imperativa. - aggiungendo - Adottare in tutto uno stile di vita rispettoso dell'ambiente e sostenere la ricerca e l'uso di energie pulite che salvaguardino il patrimonio della Creazione e siano senza pericoli per l'uomo, devono essere delle priorità politiche ed economiche". Benedetto XVI infatti chiariva: "La natura non è unicamente uno spazio da sfruttare o un divertimento. La natura è il luogo natale dell'uomo, la sua 'casa' per così dire. La natura è essenziale".

Infine, Papa Francesco annuncia anche che porterà a termine l'Enciclica che era stata iniziata dal Papa emerito Benedetto XVI. Già a maggio, sul numero "Luce e Vita" Mons. Luigi Martella, vescovo di Molfetta, aveva anticipato: "Benedetto XVI sta terminando di scrivere l'enciclica sulla fede che sarà firmata da Papa Francesco". Indiscrezione che padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa della Santa Sede, aveva smentito spiegando che "non ha fondamento la notizia, secondo la quale Benedetto XVI starebbe completando il progetto" ma confermando al contempo che "Papa Francesco pubblicherà l'enciclica sulla fede".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: