le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa Francesco su comunione a divorziati risposati: era telefonata pastorale

Nessuna smentita dalla Sala stampa vaticana in merito alla telefonata di Papa Francesco nella quale avrebbe detto che i divorziati risposati che prendono la comunione non stanno "facendo nulla di male". Padre Federico Lombradi spiega infatti che si tratta di una telefonata "nell'ambito dei rapporti personali pastorali" pur chiarendo che da questa vicenda non ci sono "conseguenze per quanto riguarda l'insegnamento della Chiesa".

Nessuna smentita dalla Sala stampa vaticana in merito alla telefonata di Papa Francesco ad una donna argentina, divorziata e risposata con rito civile, a cui avrebbe detto che "il divorziato che prende la comunione non sta facendo nulla di male" anche perché questa sarebbe una "questione" che si sta "trattando in Vaticano". Padre Federico Lombardi spiega solo che nel corso di questo anno di Pontificato ci sono state "parecchie telefonate, nell’ambito dei rapporti personali pastorali di Papa Francesco", aggiungendo quindi che "non trattandosi assolutamente di attività pubblica del Papa non sono da attendersi informazioni o commenti da parte della Sala stampa". Padre Lombardi non nega quindi che la telefonata tra Papa Francesco e la donna ci sia effettivamente stata ma, dice: "Ciò che è stato diffuso a questo proposito, uscendo dall’ambito proprio dei rapporti personali, e la sua amplificazione mediatica conseguente, non ha conferma di attendibilità ed è fonte di fraintendimenti e confusione". Il direttore della Sala stampa vaticana consiglia quindi ai media di "evitare di trarre da questa vicenda conseguenze per quanto riguarda l’insegnamento della Chiesa". La stessa cosa dovrebbe però essere spiegata chiaramente anche ai molti fedeli che, proprio dal Pontificato di Papa Francesco, si attendono da un momento all'altro una apertura sulla comunione ai divorziati risposati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: