le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa Francesco: il legame tra Chiesa e famiglia è sacro ed inviolabile

Nel giorno dell'Annunciazione, in cui si celebra anche la Giornata per la Vita, Papa Francesco ricorda l'Enciclica di Giovanni Paolo II Evangelium vitae, chiarendo: "Il legame tra Chiesa e famiglia è sacro ed inviolabile". Papa Francesco diffonde poi la "preghiera per il Sinodo sulla famiglia" affinché la Chiesa possa essere più impegnata "nella testimonianza della verità dell'amore di Dio e della sua misericordia per le famiglie del mondo, nessuna esclusa, sia dentro che fuori l'ovile".

"Il 25 marzo nella Chiesa celebriamo solennemente l’Annunciazione, inizio del mistero dell’Incarnazione. L’Arcangelo Gabriele visita l’umile ragazza di Nazaret e le annuncia che concepirà e partorirà il Figlio di Dio. Con questo Annuncio il Signore illumina e rafforza la fede di Maria, come poi farà anche per il suo sposo Giuseppe, affinché Gesù possa nascere in una famiglia umana" ricorda Papa Francesco nella catechesi celebrata in Piazza San Pietro, sottolineando: "Questo è molto bello: ci mostra quanto profondamente il mistero dell’Incarnazione, così come Dio l’ha voluto, comprenda non soltanto il concepimento nel grembo della madre, ma anche l’accoglienza in una vera famiglia". Dopo aver pregato con i fedeli in piazzia un'Ave Maria, Papa Francesco rammenta anche si celebra anche la Giornata per la Vita. "Per questo, vent’anni fa, san Giovanni Paolo II in questa data firmò l’Enciclica Evangelium vitae. - prosegue il Pontefice - Nella Evangelium vitae la famiglia occupa un posto centrale, in quanto è il grembo della vita umana". Papa Francesco evidenzia che la parola di Papa Wojtyla "ci ricorda che la coppia umana è stata benedetta da Dio fin dal principio per formare una comunità di amore e di vita, a cui è affidata la missione della procreazione", aggiungendo: "Gli sposi cristiani, celebrando il sacramento del Matrimonio, si rendono disponibili ad onorare questa benedizione, con la grazia di Cristo, per tutta la vita. La Chiesa, da parte sua, si impegna solennemente a prendersi cura della famiglia che ne nasce, come dono di Dio per la sua stessa vita, nella buona e nella cattiva sorte: il legame tra Chiesa e famiglia è sacro ed inviolabile". Papa Francesco quindi assicura: "La Chiesa, come madre, non abbandona mai la famiglia, anche quando essa è avvilita, ferita e in tanti modi mortificata. Neppure quando cade nel peccato, oppure si allontana dalla Chiesa; sempre farà di tutto per cercare di curarla e di guarirla, di invitarla a conversione e di riconciliarla con il Signore".

Papa Francesco fa notare quindi che "se questo è il compito" di molta preghiera ha bisogno "la Chiesa per essere in grado, in ogni tempo, di compiere questa missione!". Proprio per questo, Papa Francesco ha recitato insieme ad i fedeli la "preghiera per il Sinodo sulla famiglia", distribuita in piazza attraverso delle immaginette, chiarendo: "Vorrei che questa preghiera, come tutto il cammino sinodale, sia animata dalla compassione del Buon Pastore per il suo gregge, specialmente per le persone e le famiglie che per diversi motivi sono «stanche e sfinite, come pecore che non hanno pastore» (Mt 9,36). Così, sostenuta e animata dalla grazia di Dio, la Chiesa potrà essere ancora più impegnata, e ancora più unita, nella testimonianza della verità dell’amore di Dio e della sua misericordia per le famiglie del mondo, nessuna esclusa, sia dentro che fuori l’ovile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: