le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa Francesco: dobbiamo costruire una cultura dell'incontro

Papa Francesco registra un videomessaggio diretto ai fedeli di San Cayetano, patrono in Argentina del "Pane e del Lavoro", esortando tutti a "costruire una cultura dell'incontro" e rammentando che "andare incontro ai più bisognosi" non è "guardarli da lontano o aiutarli da lontano" ma "andare loro incontro", come faceva Gesù.

"Come tutti gli anni, dopo aver percorso la fila, parlo con voi. Questa volta, la fila l'ho percorsa con il cuore. Sono un pochino lontano e non posso condividere con voi questo momento così bello". Inizia così il videomessaggio di Papa Francesco rivolto ai fedeli argentini che il 7 agosto hanno celebrato San Cayetano. Il Santuario di San Cayetano, patrono in Argentina del "Pane e del Lavoro", si trova nel quartiere Liniers di Buenos Aires e, come ricorda la sala stampa del Vaticano, ogni anno migliaia di fedeli si mettono in fila, che può durare anche 10 ore, per passare davanti alla statuetta di San Cayetano, baciare il vetro della piccola nicchia che la contiene e farsi il segno della croce. Come Arcivescovo di Buenos Aires, l'allora cardinale Jorge Mario Bergoglio presiedeva la celebrazione nella Festa di San Cayetano e, al termine della Messa, percorreva in senso inverso la fila dei fedeli per parlare con loro, ascoltare le loro storie e benedire i bambini. Papa Francesco ha quindi voluto registrare un videomessaggio per i suoi connazionali, che è stato trasmesso ciclicamente sulla televisione cattolica di Buenos Aires (Canal 21) e su grandi schermi all'ingresso del Santuario, in modo che i fedeli che si avvicinano in fila possano vederlo e ascoltarlo.

Papa Francesco ricorda che quest'anno "il tema di questo pellegrinaggio (..) dice: 'Con Gesù e San Gaetano, andiamo incontro ai più bisognosi!' - aggiungendo - Parla dell'incontro delle persone che hanno più bisogno, di coloro che hanno bisogno che noi diamo loro una mano, che li guardiamo con amore, che condividiamo il loro dolore o le loro ansie, i loro problemi. Però la cosa importante non è guardarli da lontano o aiutarli da lontano. No, no! E' andare loro incontro. Questo è cristiano! Questo è ciò che insegna Gesù: andare incontro ai più bisognosi. Come Gesù che andava sempre incontro alla gente. Egli andava ad incontrarla. Andare incontro ai più bisognosi".

"Ciò che Gesù ci insegna, innanzitutto, è incontrarsi e, incontrando, aiutare - continua il Santo Padre - Dobbiamo edificare, creare, costruire una cultura dell'incontro". Papa Francesco quindi conclude: "Ricordati bene: con San Gaetano, noi bisognosi andiamo incontro ai più bisognosi. Con Gesù, noi bisognosi, che abbiamo più bisogno, andiamo incontro a coloro che hanno ancora più bisogno. E magari Gesù ti va indicando il cammino per incontrarti con chi ne ha più bisogno. Il tuo cuore, quando incontri chi ha più bisogno, comincerà ad ingrandirsi, ingrandirsi, ingrandirsi! Perché l'incontro moltiplica la capacità di amare. L'incontro con l'altro ingrandisce il cuore".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: