le notizie che fanno testo, dal 2010

Ostensione Sindone 2013 oggi 30 marzo: orario e diretta streaming Rai TV

Ostensione della Singone in tv oggi 30 marzo 2013, orario dalle 17:10 alle 18:40 , su Rai 1 ed in diretta streaming. Previsto video messaggio di Papa Francesco. Ecco un po' si storia sull'ostensione della Sindone, da Papa Paolo VI a Papa Benedetto XVI.

Mancano poche ore all'ostensione televisiva della Sindone. Oggi 30 marzo 2013, Sabato Santo, l'ostensione della Sindone di Torino sarà infatti in mondovisione grazie alla diretta televisiva di Rai 1 (orario dalle 17:10 alle 18:40). L'ostensione della Sindone avverrà durante la trasmissione A Sua Immagine, condotta da Rosario Carello. L'ostensione della Sindone avverrà solo in tv, mentre l'accesso alla Cattedrale di Torino sarà consentito unicamente a un gruppo ristretto di ammalati con i loro accompagnatori, e ai giovani che hanno iniziato il cammino del Sinodo. Dopo l'ostensione televivisiva della Sindone, è previsto un video-messaggio di Papa Francesco. La Diocesi di Torino precisa che quella di oggi, comunque, è una trasmissione tv e non un "pellegrinaggio alla Sindone" come furono le ostensioni più recenti, anche se si svolge "nel contesto di preghiera proprio del Sabato Santo, come occasione di riflessione sulla sofferenza e la morte del Cristo, e sul dolore nel mondo". L'ostensione della Sindone 2013 sarà quindi in diretta su Rai 1 dalle ore 17:10 alle 18:40, ma live ed in diretta streaming anche su Rai TV e sul sito www.sindone.org.

Un po' di storia sulla ostensione della Sindone.

Il significato di ostensione, come riassume anche Wikipedia, è l'azione del porre in mostra qualcosa affinché sia esibita alla vista altrui. Nella liturgia cattolica, l'ostensione è l'esposizione ai fedeli di reliquie, oggetti sacri od ostie consacrate. Quella di oggi è la seconda ostensione della Sindone televisiva. La prima ostensione in diretta tv della Sindone avvenne 40 anni fa, il 23 novembre 1973, nel Salone degli Svizzeri di Palazzo Reale, quando venne però esposta verticalmente. Ecco il discorso di Papa Paolo VI in occasione dell'ostensione della Sindone.

La prima ostensione della Sindone avvenuta a Torino fu il 14 settembre 1578, quando la reliquia venne trasferita da Chambéry alla capitale piemontese. Nel 1898, durante l'ostensione avvenuta dal 25 maggio al 2 giugno, Secondo Pia ha fotografato il Lenzuolo mettendo in luce, attraverso l'immagine del negativo fotografico, particolari del Telo sindonico mai percepiti prima di allora. Nel 1931 la Sindone viene esposta, sempre in Duomo, in occasione delle nozze tra il principe Umberto II di Savoia e la principessa Maria Josè. Nel 1933, dal 24 settembre al 15 ottobre, la Sindone venne esposta nel Duomo di Torino per celebrare l'Anno Santo straordinario, nel XIX centenario della Redenzione (la morte e risurrezione di Cristo). Nel 1969 la Sindone fu esposta a Palazzo Reale, nella cappella del Crocefisso, per consentire a una commissione di studio, nominata dal cardinale Michele Pellegrino, di effettuare una ricognizione sul Telo. In quell'occasione sono state scattate le prime foto a colori del Lenzuolo.

Dopo l'ostensione televisiva della Sindone del 1973, nel 1978 ci fu l'ostensione solenne in occasione del quarto centenario del trasferimento della Sindone da Chambery a Torino. L'ostensione del 1998, quando 2 milioni e 400mila persone hanno varcato le porte del Duomo di Torino per vedere la Santa Sindone, è stata la prima dell'era di internet, poiché fu creato uno spazio web con centinaia di immagini e testi tradotti in quattro lingue, che fu raggiunto da oltre 100mila utenti. Grazie a una telecamera piazzata all'interno del Duomo, è stato possibile, attraverso internet, seguire anche i momenti salienti della visita di Papa Giovanni Paolo II, avvenuta il 24 maggio del 1998. Il 2000 è stato invece l'anno del Giubileo, e l'ostensione della Sindone più lunga della storia recente, con il Telo esposto nella cattedrale di Torino per ben 72 giorni, dal 12 agosto al 22 ottobre. Dodici anni dopo la venuta di Giovanni Paolo II, Torino ha accolto il 2 maggio in un clima di grande festa Benedetto XVI. Nel 2010, infatti, c'è stata l'ultima ostensione della Sindone ma la prima del Terzo millennio. Ecco le parole di Benedetto XVI durante la Meditazione davanti alla Sacra Sindone.

Ed infine oggi 30 marzo 2013, Sabato Santo, l'ostensione della Sindone in diretta televisiva, iniziativa promossa dall'Arcivescovo e Custode pontificio mons. Cesare Nosiglia, in accordo con la Santa Sede. L'ostensione della Sindone in tv si propone come una tappa importante nel cammino di "nuova evangelizzazione" voluto da Giovanni Paolo II e proseguito da Benedetto XVI anche attraverso l'indizione dell'Anno della Fede. Interessante notare come il volto raffigurato nella Sindone di Torino corrisponde esattamente, anche nelle dimensioni, all'immagine di Gesù Misericordioso , che è "il recipiente col quale gli uomini debbono venire ad attingere le grazie alla sorgente della Misericordia" come dissè Gesù a Suor Faustina Kowalska , umile suora polacca.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: