le notizie che fanno testo, dal 2010

Giornata bambini vittime violenza: da Benedetto XVI a Papa Francesco

Si celebra oggi la XVII Giornata dei bambini vittime della violenza, dello sfruttamento e dell'indifferenza. Papa Francesco rivolge un particolare pensiero "a quanti hanno sofferto e soffrono a causa di abusi", e l'Associazione Meter ringrazia anche Benedetto XVI, "un Papa straordinario" che ja "impresso un colpo d'ala, sofferto ma liberante, alla lotta contro la pedofilia nel clero".

In occasione della XVII Giornata dei bambini vittime della violenza, dello sfruttamento e dell'indifferenza, che ricorre la VI Domenica di Pasqua, una delegazione dell'Associazione Meter si è recata in Piazza San Pietro, dove oggi sul Sagrato della Basilica Vaticana è stata celebrata da Papa Francesco la Santa Messa per le Confraternite. In occasione della Giornata dei bambini vittime della violenza, come sempre l'Associazione Meter ha inviato una lettera al Papa, chiedendogli un saluto e un ricordo per "i bambini violati e dimenticati", e un'altra a tutti i vescovi italiani. Un saluto che è arrivato puntuale dal Papa Francesco, che prima della recita dell'Angelus coglie l'occasione per rivolgere un suo pensiero "a quanti hanno sofferto e soffrono a causa di abusi". Papa Francesco afferma: "Vorrei assicurare loro che sono presenti nella mia preghiera, ma vorrei anche dire con forza che tutti dobbiamo impegnarci con chiarezza e coraggio affinché ogni persona umana, specialmente i bambini, che sono tra le categorie più vulnerabili, sia sempre difesa e tutelata".

L'Associazione Meter ha invitato anche il Presidente Giorgio Napolitano e i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Piero Grasso, ad unirsi a questo importante Giornata a tutela dei bambini, che da 17 anni viene celebrata in Italia e all'estero. Inoltre, tutti i fedeli troveranno oggi una intenzione di preghiera che era stata allegata alla missiva dei vescovi e che, grazie alla sensibilità della Famiglia dei paolini, sarà diffusa attraverso il foglietto "La domenica" presente nelle parrocchie durante la Santa Messa. Don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente di Meter, dal 1989 in prima linea contro lo sfruttamento dei minori, la pedofilia e la pedopornografia online, ricorda che sono "preghiera, azione e carità operosa" a caratterizzare la settimana di celebrazioni della Giornata dei bambini vittime della violenza, che è partita dal 25 aprile. Nella lettera indirizzata ai vescovi don Fortunato Di Noto rammenta che "la povertà condanna sempre più le fasce vulnerabili e che in molti casi favorisce gli abusi sui minori, rendendoli vittime ulteriori di 'corruttori e sfruttatori' della loro innocenza. - aggiungendo - Una povertà che non è solo privazione materiale, ma anche e soprattutto, in una società ricca e opulenta, privazione di affetti, di legami che incidono profondamente nella crescita sana ed equilibrata dei bambini". All'agenzia Sir, inve, don Di Noto spiega che "aiutarli è un atto di fede, è un restituire loro la speranza".

Infine, don Fortunato Di Noto rivolge un pensiero di profonda gratitudine anche a Benedetto XVI, definito "un Papa straordinario" che "ha fatto tanto per Meter, e ha impresso un colpo d'ala, sofferto ma liberante, alla lotta contro la pedofilia nel clero indicando una nuova pastorale di prossimità e vicinanza ai piccoli, ai deboli e ai vulnerabili". Don Di Noto si dice quindi certo che "su questo la Chiesa non tornerà indietro", anche perché "il pensiero e la posizione di Papa Francesco nei riguardi della pedofilia e sfruttamento dei deboli è già chiara e la sua guida, che parte dagli ultimi, darà maggiore slancio e vigore a chi è impegnato contro questa mentalità di sfruttamento e negazione dell'innocenza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: