le notizie che fanno testo, dal 2010

Unipol-Bnl: Paolo Berlusconi indagato, intercettazione era segreta

Notificata a Paolo Berlusconi l'avviso di chiusura indagine nell'ambito dell'inchiesta riguardo la pubblicazione, da parte de "Il Giornale", dell'intercettazione (coperta da segreto istruttorio) tra Piero Fassino e Giovanni Consorte (Unipol) riguardo la tentata scalata a Bnl.

La Procura di Milano ha notificato a Paolo Berlusconi, fratello del Presidente del Consiglio, l'avviso di chiusura indagine nell'ambito dell'inchiesta riguardo la pubblicazione, da parte de "Il Giornale", dell'intercettazione tra Piero Fassino, ex leader dei DS e Giovanni Consorte, ex numero uno di Unipol riguardo la tentata scalata a Bnl.
Il 31 dicembre 2005 "Il Giornale" infatti pubblicò la ormai famosa conversazione tra Fassino e Consorte, quando uno diceva all'altro "Abbiamo una banca" ma tale intercettazione allora era ancora coperta da segreto istruttorio. Per questo motivo Paolo Berlusconi, in qualità di editore de "Il Giornale" sarebbe indagato per ricettazione e millantato credito, concorso in rivelazione e utilizzazione del segreto d'ufficio, stando a quanto rivelano le fonti che hanno letto l'avviso di conclusioni indagini firmato dal pm Maurizio Romanelli. Come si legge sulla "Reuters" il legale di Paolo Berlusconi avrebbe da sempre definito tale accuse "infondate". Gli altri avvisi riguarderebbero l'ex titolare della Research Control System, Roberto Raffaelli e l'imprenditore Fabrizio Favata.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: