le notizie che fanno testo, dal 2010

Pakistan: avvocati nel mirino dei terroristi. Attentato all'ospedale causa oltre 90 morti

Gli avvocati del Pakistan sono le mirino dei terroristi. Dopo l'uccisione di Bilal Anwar Kasi, presidente dell'Ordine degli avvocati del Belucistan, un attentatore suicida si fa esplodere nell'ospedale di Quetta dove era stata portata la salma: oltre 90 morti.

Gravissimo attentato in Pakistan. Ad essere colpito un ospedale a Quetta, capoluogo e maggiore centro della provincia del Belucistan. L'esplosione sarebbe stata provocata da un attentatore suicida, e l'attentato sarebbe avvenuto dopo l'uccisione di Bilal Anwar Kasi, presidente dell'Ordine degli avvocati del Belucistan, la cui salma era stata da poco trasferita nello stesso ospedale. Bilal Anwar Kasi era stato raggiunto da colpi d'arma da fuoco sparati, attorno alle 9 ora locale, da un commando armato.

Il bilancio delle vittime è drammatico. Nel corso delle ore è infatti salito a 93 il numero dei morti mentre sono almeno una 50ina i feriti. Tra le vittime anche 25 avvocati e due giornalisti. Tra i feriti c'è anche l'ex presidente dell'Ordine degli avvocati, Baz Mohammad Kakar. Quando infatti si è diffusa la notizia dell'omicidio del presidente dell'Ordine degli avvocati del Belucistan nell'ospedale di Quetta si erano radunati molti colleghi nonché diversi giornalisti.

Gli avvocati pachistani da tempo sono nel mirino dei terroristi locali e come in passato anche questo attentato, almeno per il momento, non è stato rivendicato. Nel giugno scorso era stato trucidato il rettore della facoltà di Legge della University of Balochistan mentre il 3 agosto è stato ucciso il legale Jahanzeb Alvi. Proclamati tre giorni di lutto con le bandiere nazionali a mezz'asta.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# attentato# giornalisti# omicidio# Pakistan# terroristi