le notizie che fanno testo, dal 2010

Datagate, Letta a Kerry: verificare veridicità violazione privacy italiani

Enrico Letta incontra John Kerry e al Segretario di Stato USA invita a verificare la veridicità delle indiscrezioni di questi giorni circa eventuali attività di violazione della privacy" dei cittadini italiani ad opera del programma PRISM della NSA (National Security Agency).

Il Presidente del Consiglio Enrico Letta ha ricevuto oggi a Palazzo Chigi John Kerry a cui ha "posto la questione del Datagate" chiedendo al Segretario di Stato USA "la necessità di verificare la veridicità delle indiscrezioni di questi giorni circa eventuali attività di violazione della privacy" dei cittadini italiani ad opera del programma PRISM della NSA (National Security Agency). Oltre al premier Letta era presente anche il ministro degli Esteri Emma Bonino ed entrambi "hanno riscontrato un atteggiamento cooperativo" in John Kerry che ha "ribadito" come l'amministrazione Obama abbia "messo tutta la problematica sotto revisione". Della portata di tali "problemi", però, non sembra si sia fatta menzione. Solo ieri, il Copasir ha chiesto al governo "maggiore chiarezza e anche maggiore autorevolezza" in merito allo scandalo PRISM, visto che "i servizi italiani sono sempre stati al corrente di questa attività di monitoraggio, che interveniva anche pesantemente sulla privacy dei cittadini italiani". Sul tema è poi intervenuto anche Massimo D'Alema, ex presidente del Copasir, che chiarisce come "l'Italia non abbia mai concesso agli Stati Uniti di intercettare cittadini italiani". Anche perché in caso contrario tutta la vicenda, se possibile, sarebbe ancor più grave.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: