le notizie che fanno testo, dal 2010

Alfano: "contrordine compagni", votare fiducia a Letta

Dopo che il Pdl voleva dimettersi in massa dal Parlamento e i ministri l'hanno anche fatto, Angelino Alfano rimane "fermamente convinto che tutto il partito domani debba votare la fiducia al premier Enrico Letta". In altre parole, Alfano avrebbe ordinato il "contrordine compagni".

Prima annunciano le dimissioni i parlamentari del Pdl. Poi si dimettono i ministri del Pdl. Ed ora, il Pdl sembra intenzionato a votare domani la fiducia ad Enrico Letta. A questo punto, la strategia del Pdl, se mai c'è ne stata una, fa acqua da tutte le parti. Questa mattina c'è stato un vertice a Palazzo Grazioli tra Silvio Berlusconi e i big del partito. Subito dopo, ci sarebbe stato un faccia a faccia del Cavaliere con il segretario Angelino Alfano, che in seguito si è recato dall'amico Enrico Letta a Palazzo Chigi. Dopo che le "colombe" del PDL avevano annunciato di non voler far cadere il governo Letta, Berlusconi sembra essere quindi corso ai ripari per non iniziare l'avventura della nuova Forza Italia con una scissione. Stando alle ultime indiscrezioni, il Cavaliere sarebbe pronto quindi ad appoggiare un Letta bis con un rimpasto dei ministri del Pdl, aprendo persino alla possibilità di lasciare ad Angelino Alfano la guida di Forza Italia. "Rimango fermamente convinto che tutto il nostro partito domani debba votare la fiducia al premier Enrico Letta. Non ci sono gruppi e gruppetti" avrebbe affermato infatti Angelino Alfano che, in altre parole, avrebbe ordinato il "contrordine compagni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: