le notizie che fanno testo, dal 2010

Svimez: Mezzogiorno rischia sottosviluppo permanente. PD, Valente: ora nuove politiche industriali

"I dati Svimez confermano: si deve valorizzare il capitale umano. E' necessario che si torni a discutere di politiche industriali per il Mezzogiorno. per la prima volta segnala il rischio di vedere la crisi ciclica trasformarsi in un sottosviluppo permanente", così in una nota Valente, esponente PD .

"I dati Svimez confermano: si deve valorizzare il capitale umano. E' necessario che si torni a discutere di politiche industriali per il Mezzogiorno. Per la prima volta segnala il rischio di vedere la crisi ciclica trasformarsi in un sottosviluppo permanente. E' prioritario che il Mezzogiorno torni in cima all'agenda di governo - afferma in una nota Valeria Valente, deputata del Partito Democratico -, riattivando investimenti pubblici e privati. Va incoraggiata un'industria che rispetti e valorizzi le vocazioni territoriali, promuovendo soprattutto innovazione e ricerca. Abbiamo già molte esperienze positive, che sono un ottimo modello di riferimento, come l'Aerospazio, l'aeronautica e le tante start-up innovative e moderne cresciute nell'incubatore di Città della Scienza, le eccellenze nel campo della moda, del Made in Italy, dell'artigianato. appare indispensabile privilegiare investimenti ad alto capitale umano e ad elevata specializzazione, soprattutto valorizzando i giovani che ora fuggono all'estero, e le donne troppo spesso sono costrette a casa; laddove tutti, da FMI e Bankitalia, ribadiscono che se le donne lavorano fanno anche i figli e che, dunque, sono una delle chiavi di volta per rilanciare il PIL del Meridione ma anche invertire il trend del tracollo demografico, denunciato da Svimez. Non possiamo più chiedere che sia qualcun altro ad assumersi questa responsabilità: il PD ora governa, a Roma come in Campania, ed è giunto il tempo di passare dalle parole ai fatti. Non abbiamo più alibi."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: