le notizie che fanno testo, dal 2010

Selfie in sala operatoria. Gelli (PD): intervenga Ministero della Salute

"Si è verificato a Napoli l'ennesimo caso di operatori sanitari che si fotografano con il pollice all'insù mentre il paziente è sotto i ferri. Si tratta di un altro campanello d'allarme su una 'moda' inaccettabile che si sta diffondendo nel Paese", così in una nota Federico Gelli, responsabile sanità PD, che chide l'intervento dei ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

"Si è verificato a Napoli l'ennesimo caso di operatori sanitari che si fotografano con il pollice all'insù mentre il paziente è sotto i ferri. Si tratta di un altro campanello d'allarme su una 'moda' inaccettabile che si sta diffondendo nel Paese. Dobbiamo ricordare a questi professionisti amanti dei social network che atteggiamenti inqualificabili come questo non possono essere accettati ma anzi perseguiti e condannati senza attenuanti" denuncia in una nota Federico Gelli, responsabile sanità Pd e componente della Commissione Affari sociali alla Camera, commentando il selfie in sala operatoria avvenuto in un ospedale nel napoletano.
"Presenterò un'interrogazione al Ministero della Salute per capire quali azioni ispettive intenda attuare laddove si sono verificate situazioni come avvenuto a Napoli e indirizzare i nostri operatori del settore ad avere atteggiamenti consoni al ruolo e alla professione che ricoprono" annuncia quindi il deputato PD, aggiungendo: "Valuterò con il Presidente della Commissione se ci sono i margini per un approfondimento sul territorio nazionale per capire quanto e come questo malcostume sta prendendo piede".
"A questo proposito è fondamentale sollecitare Fnomceo e Ipasvi ad un controllo maggiore su i propri iscritti. - conclude l'esponente dem - E' evidente che dobbiamo poter contrastare con ogni mezzo ulteriori comportamenti che danneggiano in primis il lavoro di medici e infermieri oltre che l'immagine del nostro sistema sanitario".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: